Sarà inaugurata sabato mattina la Bibliocabina a Piazza Pinto

Sabato 26 ottobre alle 10 ci sarà l’inaugurazione a Piazza Pinto del nuovo ritrovo per i lettori gioiesi: una Bibliocabina che porta lo scambio libero e gratuito di libri all’aria aperta, un nuovo spazio di aggregazione dedicato alla pratica del bookcrossing.

Ad ispirare un gruppo di giovani volontari che da tre anni lavora all’iniziativa, il lascito di Michele Montesardo, venditore ambulante di libri scomparso il 5 agosto 2016. I suoi volumi, ma soprattutto il suo modo di intendere la cultura come scambio e circolazione di sapere all’insegna della gratuità hanno portato il gruppo di volontari composto da Livio Addabbo, Filippo Linzalata, Lyuba Centrone e Katia Balbo a selezionare e catalogare i libri di Michele e successivamente a elaborare una proposta progettuale per dare una casa allo straordinario patrimonio librario, lascito di Montesardo. Decisivo in questo senso l’apporto di un altro giovane talento del territorio, l’architetto Giuseppe Resta, il quale ha elaborato un progetto originale coniugando sostenibilità, estetica e funzionalità. E dopo aver seguito passo dopo passo i volontari nella proposta agli attori del territorio, è entrato a tutti gli effetti nel loro gruppo mettendo a disposizione il suo tempo, le sue competenze e il suo impegno.

In seguito, si sono discussi i dettagli tecnici della realizzazione della cabina con i responsabili del Comune: ne è nato un lungo iter burocratico, necessario per occupare il suolo pubblico comunale nel quale fondamentale è stato il ruolo di mediazione presso gli uffici preposti svolto da Vito Emilio Capodiferro. Anche lui si è incontrato più volte con il gruppo di volontari fino a diventarne parte integrante e a sposarne il sogno, verso il quale si è fatto un primo passo concreto attraverso la stipula con il Comune di un Patto di collaborazione per la cura e la gestione dei beni condivisi. Impegno che non si è concluso al momento delle firme da parte di Capodiferro, in prima fila anche nel passaggio successivo, quello che ha impegnato i volontari nel prendere contatti con le realtà del territorio maggiormente sensibili all’idea di donare a Gioia del Colle un ritrovo gratuito per gli appassionati di lettura di ogni età.

A rispondere all’appello, due realtà attente al contesto sociale e culturale del nostro territorio come Emmegi spa e Gianfranco Verrico, che da subito hanno mostrato entusiasmo all’iniziativa.

Sabato mattina saranno presente i volontari, le aziende che hanno contribuito fattivamente all’iniziativa e l’amministrazione comunale.