Rifiuti: gli operatori saranno scelti dalla sorte

La guerra tra poveri viene sedata dalla dea bendata.

In un territorio fortemente avvilito sul piano lavorativo, soprattutto dopo la chiusura del caseificio Capurso, la messa in mobilità del personale del supermercato Coop e la chiusura di diverse attività commerciali, saranno scelti tramite  sorteggio pubblico per le posizioni eccedenti rispetto a quelle già coperte, coloro che andranno a rimpolpare le fila dei lavoratori di Navita per occuparsi della raccolta dei rifiuti differenziati a Gioia del Colle e che hanno risposto al bando scaduto il 30 settembre scorso.

È quanto si apprende da una nota dell’Amministrazione comunale.

Quindi non tramite colloquio o valutazione psicoattitudinale, ma lasciando tutto alla sorte.

La richiesta di effettuare un sorteggio pubblico per la definizione delle assunzioni – si legge nella nota – è volta, da parte dell’amministrazione comunale, a garantire la totale trasparenza e ad evitare ogni tipo di pressione nella definizione di un così importante servizio pubblico”.

Dalle domande pervenute si deduce che vi sia stata una prima scremature, perché “l’agenzia per il lavoro ETJCA S.p.A, filiale di Modugno, – si legge – è stata incaricata in primo luogo di accertare il rispetto dei requisiti richiesti (Diploma, Possesso patente B o superiore, assenza carichi pendenti ed assenza di condanne menzionate nel casellario giudiziale, capacità sviluppate all’utilizzo di apparecchiature elettroniche, disponibilità dichiarata a lavorare nel periodo estivo, il sabato, la domenica, festivi infrasettimanali e notturni) e dei requisiti preferenziali (residenza comune di Gioia del Colle, esperienza minima lavorativa in ambienti aziendali organizzati nel settore ambientale, e in particolare nell’ambito della raccolta rifiuti, buona cultura generale, predisposizione al contatto con pubblico)”.

Il sorteggio avrà luogo nell’aula consiliare del Comune di Gioia del Colle venerdì 13 alle ore 11.