RIFIUTI/ Aggiudicata la gara, in arrivo la raccolta differenziata porta a porta

E’ in arrivo una epocale rivoluzione che riguarderà il nostro modo di smaltire i rifiuti urbani nel prossimo futuro. Infatti è appena terminata la procedura di gara con cui si è giunti alla scelta di un gestore unico della raccolta e smaltimento dei rifiuti nell’ambito dell’ARO (ambito di raccolta ottimale) Bari 5.

Ad aggiudicarsi la gara è stato il raggruppamento temporaneo di imprese formato dal Consorzio Nazionale Servizi, società cooperativa di Bologna, come azienda mandataria, insieme all’impresa Cogeir Costruzioni e Gestioni srl di San Vito dei Normanni e l’impresa Del Fiume di Taranto.

Le ditte partecipanti erano originariamente sette, di cui tre escluse ed una è stata riammessa. Ma alla fine solo in tre sono riuscite a superare la soglia dei quaranta punti.

Cosa cambia per il cittadino? Praticamente tutto. A partire dall’inizio del prossimo anno, dopo un primo periodo trimestrale in cui si continuerà con la raccolta stradale, successivamente scompariranno i cassonetti per strada e il servizio sarà porta a porta. Impareremo quindi a differenziare i rifiuti e li conferiremo a giorni ed orari prestabiliti.

Secondo il contratto la ditta dovrà portare immediatamente la raccolta differenziata al 60% nel primo anno e al 70% nel secondo. Questo vorrà dire un risparmio per la collettività, soprattutto per i costi di conferimento in discarica.

E in tutto questo che fine farà la Spes, azienda a prevalente capitale del Comune di Gioia che si occupa attualmente del servizio? Per i dipendenti non ci sono problemi in quanto il contratto prevede l’assorbimento delle unità all’interno dell’azienda aggiudicataria, per il resto, date le premesse, l’azienda dovrebbe andare in liquidazione.

Entro 60 giorni si dovrebbe chiudere tutta la pratica tra aggiudicazione provvisoria e poi definitiva. Il direttore dell’Aro, il dott. Giuseppe Santoiemma, dipendente del Comune di Gioia, dovrà recuperare nei prossimi giorni tutti i documenti economico-finanziari per verificare il possesso effettivo dei requisiti da parte dell’azienda aggiudicataria. L'Aro si doterà prossimamente di un direttore di esecuzione del contratto, affinchè il servizio nei Comuni si svolga nei modi previsti dalla gara. E' presumibile che la raccolta porta a porta possa iniziare da gennaio 2016. 

Poi l’azienda inizierà l'attività in tutte le città dell’Ambito (Gioia del Colle, Acquaviva delle Fonti, Adelfia, Casamassima, Sammichele e Turi) compiendo tutti gli investimenti di mezzi e attrezzature per effettuare il servizio con le più moderne tecniche e tecnologie inserite nel capitolato del progetto.

Ad esempio oltre il 50% dei mezzi sarà a trazione elettrica e/o a metano. E’ prevista anche un’imponente attività di comunicazione e sensibilizzazione verso un servizio che per la nostra collettività è completamente nuovo e a cui dovremo abituarci.

 

About Massimo L'Abbate 1139 Articoli
Direttore Responsabile

Commenta per primo

Lascia un commento