Politiche 2018: come si vota e le novità

Domenica 4 marzo i cittadini italiani sono chiamati a rinnovare i propri rappresentanti in Parlamento.

Ogni elettore che ha già compiuto 25 anni di età riceverà due schede, una rosa per il rinnovo dei rappresentanti della Camera dei Deputati, una gialla per il rinnovo nel Senato della Repubblica. Sotto i 25 anni si potrà votare solo per la Camera dei Deputati.

Come si vota
Il voto può essere espresso tracciando una X sulla lista prescelta: in questo caso il voto va automaticamente al candidato uninominale ad esso collegato.

Se la X è tracciata sul nome del candidato uninominale il voto è espresso anche per la lista collegata e nel caso di più liste collegate, il voto è ripartito tra le liste della coalizione in proporzione ai voti ottenuti nel collegio.

L’attuale legge elettorale ritiene validi i voti conferiti ad un candidato al collegio uninominale o a una lista che lo appoggia. Non è valido il voto disgiunto.

Le novità
Sulle schede elettorali quest’anno è prevista una novità, cioè la presenza di un tagliando antifrode.

L’elettore non dovrà rimuoverlo per nessun motivo. Si tratta di un bollino alfanumerico apposto su un angolo della scheda. Al momento della consegna della scheda elettorale, i Presidenti di seggio dovranno far prendere nota del codice sulle liste elettorali. All’uscita dall’urna le schede verranno consegnante al Presidente di seggio che controllerà la coincidenza dei codici, staccherà il tagliandino e infilerà le schede nell’urna.

Non sarà più l’elettore a inserire la scheda nell’urna.

Orari
Si ricorda che è necessario munirsi del documento di identità e della tessera elettorale rilasciata dal Comune di Gioia del Colle, il cui Ufficio elettorale sarà disponibile per tutta la giornata di domenica per eventuali duplicati in caso di smarrimento o di esaurimento degli spazi.

I seggi saranno aperti dalle ore 7 alle ore 23.