Polemica sullo stato degli impianti sportivi. Risponde l’Assessore Cantore

Le polemiche sullo stato e la gestione degli impianti sportivi comunali di Gioia del Colle non accenna a placarsi. Già nell’ultimo consiglio comunale del 24 gennaio, il consigliere Donato Paradiso di La Città di tutti-la Bottega aveva sottolineato il distacco che appare tra amministratori e associazioni sportive e quanto non fossero idoneo le ore totali di apertura nei fine settimana, vincolate alla presenza delle società che si è aggiudicata l’appalto per la pulizia e la guardiania dell’immobile.

Di fatto il monte ore non garantirebbe la possibilità ad alcune società come quella di rugby di far allenare i ragazzini il sabato pomeriggio, quando non hanno impegni scolastici.

Tempo qualche settimana e il capogruppo del Gruppo Misto Alessandro De Rosa pubblica un post sul suo profilo Facebook in cui, con diverse foto a corredo scrive: “Oramai lo Sport a Gioia non può che essere un lontano ricordo…. Impianti fatiscenti ed abbandonati (campetti via Einaudi), discipline (basket) migrate altrove senza la benché minima prospettiva di un ritorno, dialogo con le associazioni strutturato unidirezionalmente, dall’alto verso il basso (quando va bene), impianti chiusi agli allenamenti per via di una gestione esterna del servizio guardiania, volontà di aumentare le tariffe orarie….. Non è questo ciò per cui ci siamo battuti, non doveva essere l’arroganza il metodo del confronto…”.

Rincara la dose Giuseppe Zileni, sempre del Gruppo misto, che ancora su Facebook ricorda l’importanza di avere tanti impianti e tante società sportive sul territorio, che aiutano i nostri ragazzi a non esporsi a pericoli per strada. “Con tutto questo patrimonio pubblico avremmo voluto vedere una programmazione seria, una politica di valorizzazione di tutte le pratiche sportive, a cominciare dalla corretta gestione delle infrastrutture, con un’attenzione particolare a risolvere i problemi strutturali degli impianti affinché la sana pratica sportiva, sia pubblica e accessibile per tutti”.

In merito alle immagini pubblicate abbiamo voluto sentire l’Assessore allo Sport Paolo Cantore.

“Siamo grati al consigliere del gruppo misto Alessandro De Rosa della sollecitudine con la quale segnala gli interventi legati all’impiantistica sportiva. All’interno della coalizione “Un Impegno in Comune”, quando ancora De Rosa sposava il nostro progetto, gli era stata proposta anche la nomina ad Assessore proprio allo sport, proposta rifiutata, a detta dello stesso, per mancanza di tempo.

Chiaramente ci vuole meno tempo a segnalare un problema che a tentare di risolverlo e forse in questo troviamo la sua coerenza, perché è naturalmente più comodo, soprattutto per chi per molto tempo ha vissuto e vive il contesto associazionistico sportivo, puntare il dito piuttosto che rimboccarsi le maniche.

È questa la dinamica di comodo del cosiddetto “Gruppo misto”, dove ci si può arrogare meriti che non sono i propri e additare ad altri le responsabilità che non si vogliono assumere.

Il Consigliere De Rosa dovrebbe ben sapere  – continua l’Assessore – che a gennaio sono partiti gli interventi di manutenzione straordinaria alla copertura del Palazzetto, per un importo di oltre 11.000€.

L’intervento ha previsto la sistemazione della guaina nei punti dove essa risulta divelta o danneggiata e la pulizia delle gronde e delle canaline intasate. L’intervento si è reso necessario per l’incuria con la quale, in oltre dieci anni, è stato gestito il Palazzetto proprio da chi, oggi, si complimenta con lo stesso Gruppo misto.

Durante i lavori,  – conclude Cantore – tuttavia, è emerso che la guaina del Palazzetto non è stata installata tramite lo strato intermedio, impermeabilizzante, ma semplicemente appoggiato sulla copertura e per questo si renderà necessario un intervento complessivo, che questa Amministrazione ha già candidato per un finanziamento CONI di oltre 1 milione di euro”.

Trovati i fondi per risolvere definitivamente il problema della copertura del Palazzetto, è auspicabile mediare anche una soluzione per le associazioni sportive che con la nuova gestione degli impianti hanno problemi di orari o di spazi.

 

Immagini pubblicate sul profilo Facebook del Consigliere De Rosa