Ottobre rosa/ Lucia: la mastectomia e il ritorno alla vita

“Ho deciso di voler raccontare queste storie, durante il mese dedicato alla prevenzione del tumore al seno, per dare voce alle paure di tutte le donne che incontro ogni giorno, ma non solo. Il mio intento è quello di ricordare che la prevenzione ci permette di fare diagnosi precoci e trattamenti adeguati per poi raccontare il lieto fine”.



Queste sono le parole della dott.ssa Antonia Girardi, medico chirurgo senologo, di Gioia del Colle ma che attualmente vive e lavora a Milano, specialista in Chirurgia e in particolare in Chirurgia Oncologica alla mammella, impegnata in un progetto di ricerca sulle mutazioni BRCA presso la Divisione di Senologia Chirurgica diretta dal Prof Paolo Veronesi, dell’Istituto Europeo di Oncologia.

Il tumore alla mammella è un serial killer – sono ancora le parole della dottoressa Girardi– che sceglie le sue vittime ad occhi chiusi, tutte le età, più vittime nella stessa famiglia, si può guarire per poi ammalarsi nuovamente. Non posso promettere che non ci ammaleremo, ma la prevenzione (visita senologica, ecografia mammaria bilaterale/mammografia periodiche) consente cure tempestive e lunghe vite da raccontare”.

Lucia e i suoi tumori

Lucia, ha 45 anni, ha sempre fatto prevenzione, a soli 25 anni è stata sottoposta a quadranatectomia e biopsia del linfonodo sentinella seguita da radioterapia. Dopo la malattia la sua vita è cambiata ha capito che prima conduceva la vita che tutti si aspettavano, ma che in realtà non le apparteneva fino in fondo. La malattia le ha dato la possibilità di ritrovare se stessa ed essere felice. Nel corso di una visita senologica di controllo, dopo 20 anni di benessere, compare una nuova malattia sempre sulla stessa mammella. Viene sottoposta ad agobiopsia: è tornato il carcinoma. Esegue una PET che esclude metastasi a distanza. Dopo consulto multidisciplinare viene indicata mastectomia, biopsia del linfonodo sentinella e ricostruzione con lembo di gran dorsale. La paura di una ricostruzione così complicata la rende titubante, ma forte affronta anche questa. Ad oggi Lucia, continua i suoi controlli e prosegue la sua vita.