Omicidio Gioia: De Mattia ai domiciliari

Sono stati concessi gli arresti domiciliari a Pietro De Mattia, il 66enne reo confesso di aver ucciso la moglie Antonia Cirasola con un colpo di piccozza alla testa, domenica mattina a Gioia del Colle.

Lo ha deciso il Giudice delle indagini preliminari del Tribunale di Bari Sergio Di Paola che ha convalidato l’arresto. All’esito dell’interrogatorio e accogliendo la richiesta dei difensori, gli avvocati Claudio Van Westerhout e Filippo Colapinto, il gip ha disposto la detenzione domiciliare. Nel provvedimento il giudice ritiene affievolite le esigenze cautelari tenendo conto della condotta dell’arrestato subito dopo il fatto. È stato lo stesso De Mattia a chiamare il 118 e ad aver chiesto chiesto immediatamente aiuto ad altre persone per soccorrere la moglie. Il gip avrebbe dato notevole importanza al rapporto con i figli, ritenendo il delitto una condotta estemporanea perché mai si sarebbero verificati in passato episodi di violenza. La difesa, “nell’apprezzare la decisione del giudice che ha ritenuto sufficiente in questa fase la misura cautelare degli arresti domiciliari”, sta valutando se chiedere una perizia psichiatrica.

Commenta per primo

Lascia un commento