Nuova biblioteca: si lavora per riaprire il cantiere

scuola losapio

La questione di Palazzo Tateo, ex sede della scuola media Losapio, su cui vi è un finanziamento regionale per trasformarla in biblioteca comunale e che rischiava di perdere parte dei fondi, dovrebbe risolversi nelle prossime settimane (leggi qui per maggiori dettagli).


Nei giorni scorsi il Responsabile unico del Procedimento, il geometra del Comune di Gioia del Colle Rocco Plantamura, ha incontrato infatti la Soprintendenza archeologica e delle Belle arti della Regione Puglia, gli uffici della Regione Puglia e i Vigili del Fuoco.

Ad agosto scorso il cantiere fu bloccato, perchè il direttore dei lavori, l’architetto Marinoni, aveva eccepito delle incongruenze nel progetto iniziale che bisognava correggere. Proprio le incongruenze tra progetto esecutivo e progetto definitivo rischiavano di far saltare se non tutto il finanziamento di circa un milione e mezzo di euro, almeno una parte a danno delle casse comunali.

Soprintendenza e Vigili e del Fuoco troveranno dunque la quadra con i pareri che esprimeranno, per poi correggere il progetto con le eventuali osservazioni e sottoporlo infine alla Regione Puglia per ricevere l’ok definitivo e riprendere dunque i lavori.

Se tutto dovesse scivolare senza ulteriori intoppi, il cantiere potrà essere riaperto addirittura a fine gennaio con una ripresa del cronoprogramma dei lavori che dovrebbe aggirarsi intorno ai 150 giorni.

Con la rielaborazione del progetto il Comune potrà perdere circa 25 mila euro e il finanziamento sui costi di parte degli arredi e delle strumentazioni. Cifre ben diverse rispetto alla rinuncia del finanziamento e un cantiere che occorreva comunque chiudere.