Mozzarella Dop: il Governo chiede a Bruxelles la registrazione del marchio

Il Ministero dell’Agricoltura chiude le polemiche sulla mozzarella dop di Gioia del Colle e invia alla Commissione Europea la lettera in cui si chiede di registrare la nuova denominazione.

Il Governo italiano dunque non accoglie le rimostranze della Campania che lamenta l’uso del termine mozzarella con il quale si identifica anche la mozzarella di bufala campana.

Ora la Regione Campania potrebbe presentare un ricorso direttamente a Bruxelles, innescando alla vigilia delle elezioni politiche, da parte del governatore campano De Luca del Pd un ulteriore braccio di ferro tra renziani, con una propaganda contro il Ministro Martina, numero due del partito democratico.

C’è poi il ricorso al tribunale amministrativo presentato dal consorzio di tutela della mozzarella dop campana.

La disputa storico-filosofica è sul termine mozzarella, se cioè questo termine indica esclusivamente una determinata produzione. Quella di Gioia del Colle è fatta con latte vaccino, quella campana con latte di bufala.

Nella lettera inviata a Bruxelles il Ministero dell’Agricoltura accoglie la richiesta avanzata dal comitato sostenitore della Dop che sull’etichetta della mozzarella  di Gioia ha chiesto di specificare l’uso di latte vaccino.

È stata accolta anche la richiesta della Cooperativa Matino di Matera di allargare l’area della Dop che attualmente copre parte della provincia di Bari e di Taranto.