Michele Colaprico riconfermato segretario della Lega e assicura alcune novità

Riconfermato segretario della sede Lega per Salvini di Gioia del Colle i Michele Colaprico. Nelle scorse ore il segretario regionale Luigi D’Erasmo ha nominato i sei responsabili delle province pugliesi, su proposta di questi sono stati resi noti i responsabili cittadini, 100 in tutta la Regione, tra cui Colapirico per Gioia.

Michele Colaprico ricopriva il ruolo di responsabile della Lega Salvini di Gioia da marzo, dopo che il suo predecessore, Vito Etna aveva lasciato l’incarico a seguito delle polemiche esplose per alcune dichiarazioni fatte sulle “razze” alla presentazione della candidatura a Sindaco di Giovanni Mastrangelo. I vertici provinciali che già avevano previsto la sospensione temporanea dei segretari cittadini della provincia di Bari che si trovavano nella condizione di candidarsi in competizioni elettorali, nominarono Colaprico.

Poi le elezioni e gli importanti risultati raggiunti dalla Lega alle amministrative di maggio, non potevano passare inosservati proprio in fase di rinnovo delle cariche e in vista delle elezioni regionali, portando Rossano Sasso, responsabile della Lega per la Provincia di Bari, alla riconferma di Colaprico alla segreteria di Gioia del Colle.

“Ringrazio innanzitutto il direttivo regionale e il direttivo provinciale per aver voluto credere ancora nella mia persona – sottolinea Colaprico – ovviamente non si viene riconfermati solo per il lavoro in singolo, ma assolutamente per il lavoro ed i risultati che vengono dal gruppo, che per fortuna è davvero affiatato. Per quanto riguarda il futuro sicuramente ci sarà continuità rispetto al passato, ma qualche novità non mancherà. Il creare dei gruppi di lavoro tematici per macro-aree che avranno una funzione prettamente politica e di studio del territorio per coadiuvare il lavoro dell’amministrazione, sarà una di queste novità. Si sta lavorando inoltre per consolidare il gruppo giovani e nel direttivo ci saranno nuovi innesti, soprattutto donne. Continuerò a lavorare come fatto fino ad oggi,  – conclude – sulla strada segnata dal fondatore Vito Etna, arricchendo il nostro percorso di eventi e iniziative “targate” Lega”.