Il mercato del martedì va a regime, controlli e tanta voglia di fare acquisti

“Come va? Dopo due mesi passati a dormire, il fatto di essere di nuovo qui … va bene, benissimo”.

Dietro la mascherina occhi lucidi e spiritati di chi aveva una gran voglia di ricominciare, di risvegliarsi all’alba e partire con il furgone verso i mercati. A Gioia del Colle, il primo appuntamento con il mercato settimanale del martedì aperto a tutte le categorie merceologiche (abbigliamento, materiale per la casa e oggettistica) bloccate da due mesi, si è svolto senza problemi.


Alle otto la Protezione civile e i Vigili urbani hanno presidiato i quattro varchi di ingresso all’area destinata al mercato. A quell’ora c’erano già decine di persone pronte ad entrare. E’ stato distribuito loro un tagliando con il numero e poi è stato contingentato l’ingresso.

Quando le presenze all’interno del perimetro delle bancarelle si sono ridotte non è stato più necessario disciplinare gli ingressi. Sarà così almeno sino a quando durerà l’emergenza coronavirus.

Sul posto si è anche recato il sindaco, Giovanni Mastrangelo, per rendersi conto di persona sul regolare svolgimento delle attività.

Tutti i commercianti si sono attenuti alle regole mettendo a disposizione dei clienti gel disinfettante per le mani. La sezione alimentare è stata dislocata lungo la strada che costeggia il campo sportivo, le altre categorie sono state diluite in uno spazio maggiore. Quindi lo stradone del mercato aveva solo due file di bancarelle e un ampio spazio a centro strada per non creare assembramenti e per consentire il passaggio continuo della pattuglia dei vigili e dei mezzi della Protezione civile.

Anche i cittadini sono stati disciplinati e hanno osservato tutte le precauzioni indossando le mascherine e mantenendo le distanze. Insomma tutto è filato liscio.

Per il resto il primo giorno di lavoro è stato positivo: “E’ davvero tanto essere tornati qui e in salute”, ha detto un ambulante.