L’Inps rimane in Piazza Plebiscito: la Pinacoteca andrà nell’ex Convento dei Riformati

Gli uffici Inps di Gioia del Colle per ora non lasceranno il palazzo di Piazza Plebiscito e il progetto che vedeva in quel luogo una pinacoteca delle arti figurativi sarà spostato altrove.

È quanto chiesto e ottenuto dal Comune di Gioia insieme ad una proroga della concessione del finanziamento regionale. La pinacoteca quindi si farà, ma presso l’ex Convento dei Frati Francescani Riformati, ex Ipab, di proprietà del Comune di Gioia del Colle, e il finanziamento di 800 mila euro sarà destinato non solo a migliorare i locali già ristrutturati con vecchi fondi Por per destinarli alla Comunità terapeutica Fratello Sole che in seguito ne fece rinuncia, ma anche per intervenire sulla parte non ancora ristrutturata.

Insomma, i vari sopralluoghi compiuti dai tecnici dell’Inps negli scorsi mesi per trovare edifici dove trasferirsi non sono andati a buon fine. Prima i locali dell’ex epcpep, poi Palazzo Serino, ex sede della biblioteca, non soddisfacevano i requisiti dell’Istituto previdenziale.

“E’ del tutto evidente – ha sottolineato il Commissario prefettizio di Gioia, Umberto Postiglione – che non potevamo permetterci che l’Inps lasciasse la sua sede a Gioia con un contratto ancora in essere. Lo stesso Istituto ci ha comunicato a marzo di non essere intenzionato a lasciare l’immobile in piazza Plebiscito. Per questo motivo, dato l’interesse che il Comune ha nei confronti di questo polo culturale, abbiamo ritenuto opportuno individuare un immobile comunale che risultasse idoneo a soddisfare i requisiti progettuali e di finanziamento. La richiesta di variazione è stata accettata ed è quindi in corso l’acquisizione del progetto preliminare”.