Il libro di Seldina Matarrese donato ai bambini di una classe di quinta

“Dialetto in bella copia” di Seldina Matarrese, realizzato con il prezioso contributo del professor Rocco Fasano, rappresenta una sorta di memoria storica (Leggi qui per saperne di più).



Quella stessa memoria che la maestra ha voluto in qualche modo conservare e preservare in modo tale da poterla donare alle future generazioni. E questo passaggio, questo dono, in qualche modo si è materialmente concretizzato questa mattina quando suo figlio, Franco Gisotti, ha donato alla VC della scuola primaria Mazzini di Gioia del Colle e poi a ciascuna insegante del plesso, una copia del libro.

Una iniziativa che parte da un preciso volere della signora Matarrese, quello di salvare quanto più materiale possibile legato al nostro dialetto, fare in modo che non andasse perso e che continuasse a vivere attraverso la curiosità e gli occhi dei più giovani. In questo preciso volere è stata scelta la VC proprio perché la maestra Marilù Losito sin dal primo anno ha lavorato molto per compiere percorsi che portassero i suoi alunni a strutturare una conoscenza approfondita sul vernacolo.

I ragazzi, prossimi a compiere il grande passo verso la scuola media, hanno ascoltato dal prof. Fasano come è nata l’idea di questo libro, presentato per la prima volta ai gioiesi ormai diversi anni fa. Hanno fatto un salto indietro nel tempo, con la sapienza e la conoscenza di cui solo Fasano è capace, per comprendere l’origine della vita priva di linguaggio, vita che poi si è evoluta e assieme ad essa anche il linguaggio fino ad arrivare al punto in cui non vi “è nulla che non possa essere in qualche modo identificato senza una parola”.