Dopo le consegne dal Commissario, Mastrangelo lavoro per la Giunta

Dopo la proclamazione ufficiale di Giovanni Mastrangelo a Sindaco di Gioia del Colle, nei giorni scorsi c’è stato il passaggio di consegne della macchina amministrativa dalle mani del Commissario Prefettizio Umberto Postiglione, terminato ufficialmente col passaggio di cassa.

Sindaco, sappiamo com’è la salute delle casse comunali?
Stiamo facendo una ricognizione puntuale di quello che è il rendiconto per capire effettivamente quanti soldi è possibile spendere o investire. Sulla base di questo studio, il responsabile della ragioneria procederà a fare un quadro completo della situazione.

Il Commissario Postiglione le ha lasciato delle raccomandazioni?
Mi ha raccomandato di continuare sull’azione di recupero sull’evaso e di riorganizzare gli uffici e di procedere a stretto giro all’integrazione di chi va in pensione.

Cosa sta succedendo per la Tari?
Ci sarà stato un errore nel trasferimento del database al Comune di Gioia dalla Tributi Service, ditta che si occupava fino a qualche mese fa della gestione dei tributi, senza gli aggiornamenti fatti dal 2012 ad oggi. Stiamo comunque verificando di che portata è l’errore e la causa.
Poiché è del tutto evidente che il cittadino non può perdere una giornata di ferie o chiedere un permesso dal lavoro per un errore del Comune, per chiarire la sua posizione rispetto alla cartella Tari sbagliata, ho deciso di aprire l’ufficio entrate tutti i giorni fino alla fine dell’emergenza.

Come vanno i lavori per la scelta degli Assessori?
Per ora stiamo discutendo in termini generali. La Lega avrà la sua giusta rappresentanza con due incarichi che possono essere entrambi in Giunta, ma con deleghe minori, oppure uno in Giunta e uno in Consiglio comunali. Ci sarà un membro da Forza Italia, uno da Fratelli d’Italia, ancora uno da Rinnova. Se alla Lega andrà un solo Assessore, rimane la lista Mastrangelo Sindaco da cui però ho ampia libertà di scegliere anche una persona esterna, come un tecnico.

Per fortuna il clima è davvero molto sereno per cui si può discutere tranquillamente con tutti i coordinatori delle liste della mia coalizione. Non escludo che le cose possano diventare più chiare già la prossima settimana. Anche perché entro il 18/20 giugno dovremmo avere la proclamazione ufficiale dei consiglieri comunali, poi si avranno 10 giorni per convocare il primo Consiglio comunale e 10 giorni per celebrarlo.

Entro i primi di luglio saremo quindi a pieno regime con tutti gli organi di rappresentanza insediati e pronti a lavorare a pieno ritmo per Gioia e chiederò anche a personalità dell’opposizione come Donato Paradiso di prestare la loro esperienza.