L’Assessore alla cultura Romano risponde alle richieste dell’Associazione Ombre

Il meglio della fibra tim

Il meglio della fibra tim

L’Assessore alla cultura di Gioia del Colle, Lucio Romano risponde alla richiesta dell’Associazione Ombre che chiedeva un incontro con tutti gli operatori culturali che ruotano attorno al Teatro Rossini.

Nella sua nota l’Assessore tenta di rasserenare gli animi di quanti attendono notizie  sulle sorti del contenitore culturale gioiese sottolineando “che era già in animo la volontà di effettuare incontri  – scrive – con le varie Associazioni Culturali presenti in città: tali audizioni, che saranno svolte dapprima singolarmente, poi tutte insieme, avranno il fine non solo di pianificare l’attività ad espletarsi all’interno degli ambienti del nostro Teatro, ma anche quella di organizzare la imminente stagione estiva; il tutto, naturalmente, alla luce degli ultimi provvedimenti del Governo centrale e della Regione Puglia che dettano una attenta disciplina circa lo svolgimento delle attività ricreative e di divulgazione culturale nel difficile e pericoloso periodo storico con il quale al momento siamo costretti a convivere”.



Nel contempo precisa che “Nessun inerzia, dunque, ne’ tantomeno disinteresse è da addebitarsi in capo all’assessore alla Cultura il quale anzi, anche nel corso dei due mesi di sosta forzata dal lavoro non ha inteso fermare un attimo la propria attività, dedicando tempo non solo all’aggiornamento della nuovissima finestra culturale finalmente presente all’interno del sito istituzionale del nostro comune, ma anche ricercando bandi ed utili opportunità per turismo e realtà associative e culturali locali in un proficuo dialogo con il Teatro Pubblico Pugliese”.

Del resto, come ricorda lo stesso Romano, proprio la stagione teatrale 2019/20 stava riscuotendo grande successo per gradimento e per numero di abbonamenti, perché era riuscito a soddisfare gusti e sensibilità diverse con una proposta teatrale variegata.

“Con l’auspicio di avere chiarito ogni perplessità in ordine alle circostanze ed ai fatti sopra riportati, auguro a tutti gli amici operatori culturali presenti in Gioia del Colle di riprendere presto ed in sicurezza le proprie eccellenti attività, palesando ancora una volta la mia disponibilità ad ognuno di essi, senza esclusione alcuna, per chiarimenti, incontri e confronti riguardo le tematiche a noi care della crescita culturale della nostra città”, conclude l’Assessore che presto, quindi, incontrerà le varie associazioni per rilanciare un Teatro, chiuso a causa dell’emergenza sanitaria per contenere il Covid-19.