Laboratorio analisi: il Consiglio comunale dice no al trasferimento

E’ stato approvato all’unanimità durante il Consiglio comunale dello scorso lunedì, un ordine del giorno aggiuntivo proposto dal consigliere Domenico Capano presidente della Commissione Speciale Sanità, che riguarda la necessità di provvedere alla sostituzione del responsabile del laboratorio analisi di Gioia del Colle, in vista dell’imminente pensionamento dell’attuale responsabile.





Secondo quelle che sono le disposizioni attuali, a breve il laboratorio analisi sarà trasformato in un punto di prelievo. Questo significa che le attività che riguardano l’utenza rimarranno pressochè invariate eccezion fatta che per l’analisi e la refertazione dei prelievi che dovranno cioè avvenire in altre strutture con la possibilità che i tempi per avere appunto proprio i referti, potrebbero allungarsi.

La necessità di evitare ciò, motivazione da cui è scaturito l’ordine del giorno aggiuntivo, è legata alla recente disposizione di trasferimento a Gioia del reparto di oculistica dalla struttura di Putignano, ora riconvertita in ospedale Covid. Presso i locali dell’ex ospedale Paradiso, quindi, sono state dislocate le attrezzature necessarie non solo per effettuare visite ma anche interventi chirurgici.

“Al fine di consentire interventi oftamologici presso il P.T.A. di Gioia del Colle, è necessario sottoporre i pazienti ad esami di laboratorio con rapida refertazione pre-intervento”. Questo è un passaggio contenuto nella nota che il sindaco Giovanni Mastrangelo ha sottoposto all’attenzione non solo di Michele Emiliano, ma anche del direttore generale ASl Antonio Sanguedolce.