La stagione teatrale del Rossini

moni ovadia

Undici spettacoli, di cui un’anteprima nazionale e due in esclusiva regionale, otto matinée per le scuole e il concerto di Natale. Tutto pronto per la stagione 2012-2013 del teatro comunale che avrà il nome di “ConFine Rossini. Del viaggio, l’inizio” e che spazierà tra prosa e danza. “Il viaggio verso i venti anni – dice l’assessore alla Cultura Piera De Giorgi – inizia con una provvista di emozioni e di saperi. Una valigia di sogni e di realtà. Nel teatro possiamo ritrovare noi stessi e fuggire da tutto il resto. Quest’anno vogliamo preparare una valigia per poter spiccare il volo”. Anche per il 2012-2013 il teatro sarà gestito in via diretta dal Comune in collaborazione con il teatro pubblico pugliese.

La prosa

Si partirà il 14 novembre con il teatro della parola di Nunzia Antonino diretta da Carlo Bruni e accompagnata da Paolo D’Ascanio. Lo spettacolo sarà gratuito e con ingresso ad inviti e prenotazioni. Due giorni dopo, il 16, si prosegue con “Cassandra” di e con Elisabetta Pozzi, in anteprima nazionale. Il 30 novembre, in esclusiva regionale, il Rossini ospiterà “Zio B.” di e con Alessandro Benvenuti. L’11 gennaio sarà la volta di “Casa dolce casa” teatro acrobatico dell’Europa dell’Est. Il clou della stagione sarà il 29 gennaio con il ritorno a Gioia di Moni Ovadia in “Senza confini zingari ed Ebrei”. Il 1° marzo un’altra esclusiva regionale con “Indissolubile eco” di Simona Bucci. L’8 marzo sul palco del Rossini arriverà Teresa Ludovico con “Il malato immaginario ovvero Le Molière imaginaire“. Il 15 marzo Francesco Niccolini presenterà “Romeo e Giulietta”. Il 21 marzo sarà la volta di “Pro Patria. Senza prigioni, senza processi” di e con Ascanio Celestini. Il 5 aprile Lucrezia Lante della Rovere sarà protagonista di “Come tu mi vuoi” di Pirandello. Si proseguirà il 12 aprile con lo spettacolo di danza  “Anima” della compagnia ResExtensa. Chiuderà la stagione, il 19 aprile, “L’arte della commedia” di Edoardo, con Sinisi. Mentre il 21 dicembre ci sarà il concerto di Natale, viaggio nella musica più tradizionale.

I matinée

A questi si aggiungeranno gli otto matinée per le scuole: “La principessa sul pisello” del Kismet (12 dicembre, per scuole primarie), “Le avventure di cappuccetto rosso” (15 gennaio, per scuole dell’infanzia), “Mammaluna” (5 febbraio), “La grande foresta” di Niccolini (18 febbraio per primarie e medie), “Boxville ballata di cartone”(27 febbraio per scuole medie) e “Indissolubile eco” (1° marzo) entrambi di Simona Bucci, “Il piccolo principe (uomini di cartone)” (12 marzo, per scuole medie), “Romeo e Giulietta” nella riscrittura di Niccolini (15 marzo, per scuole superiori). In più ci sarà una lezione sul mestiere dell’attore tenuta da Elisabetta Pozzi (17 novembre, liceo Classico), un laboratorio per primarie e medie “Piantare una foresta” (19 febbraio), e uno per tre classi primarie sul movimento del corpo tenuto da Simona Bucci (26 febbraio). Un altro laboratorio sulla danza contemporanea, ma per le scuole superiori, ci sarà il 28 febbraio; Francesco Niccolini terrà poi una lezione sulla scrittura teatrale (16 marzo).

Biglietti ed abbonamenti

Gli spettacoli serali costeranno 66.500 euro più 11.700 i matinée. I più cari sono Ovadia, Celestini, Benvenuti e della Rovere (4mila a testa). Il costo dei biglietti andrà dai 20 euro di platea e palchi centrali ai 10 del terzo ordine, mentre prim’ordine e secondo costeranno rispettivamente 16  e 14 euro. Per gli abbonamenti i prezzi andranno da 140 euro (platea e palchi centrale) a 120 (primo ordine), 100 (secondo) e 80 (terzo). Biglietti ridotti (4-3 euro in meno) e sconto sugli abbonamenti di 20 euro per giovani sino a 26 anni e over 65; soci coop, possessori di carta più Feltrinelli, agis card, ikea family, puglia università card e dipendenti comunali.

 

About Massimo L'Abbate 1139 Articoli
Direttore Responsabile

Commenta per primo

Lascia un commento