La Giunta incontra la Città: allarme debiti. Rifiuti, porta a porta a fine anno. Polemiche coi giornalisti

Alla fine non è stata una Conferenza stampa, per mancanza della stampa locale, che polemicamente non si è presentata, ma una conferenza cittadina, quella organizzata dalla giunta comunale in piazza Plebiscito.

La stampa locale aveva protestato per via dell’apertura al pubblico dell’incontro che invece doveva essere riservato solo ai giornalisti per consentire un confronto serrato sui problemi e sulle questioni amministrative. Ma la Giunta di Gioia del Colle ha deciso di non rinunciare all’apertura della conferenza alla Città affidando il ruolo di moderatore a Piero Romanazzi, intrattenitore e conduttore radiofonico, che inutilmente alla fine della serata ha chiesto ad un inviato de “La Voce del Paese”, presente tra il pubblico, di rivolgere una domanda, ricevendo un rifiuto.

Le domande del pubblico sono state raccolte e trascritte dal consigliere comunale Romanelli che le ha passate a Romanazzi per essere lette agli amministratori. Un filtro “necessario” per evitare sorprese.

Il Sindaco, Donato Lucilla, ha parlato subito della Spes e ha annunciato che la raccolta porta a porta dei rifiuti differenziati partirà a fine anno e che nel corso del tempo potrà essere prevista una diminuzione dei costi di gestione.

Lucilla ha elencato i debiti che gravano sulle casse comunali, dalla richiesta di 1,6 milioni di euro avanzata da Spes, agli oltre 700 milioni di parcelle presentate dagli avvocati per diverse cause legali. Su queste cifre, ha però assicurato il Sindaco, si avvieranno trattative che potrebbero consentire di ridurre i debiti, ottenendo risparmi da investire sulla Città.

L’Assessora De Mattia ha parlato dei finanziamenti per bandi progettati dall’attuale amministrazione, della situazione delle giostrine e dei giardini.

Il Vice Sindaco, Enzo Cucito, ha risposto ad una domanda del pubblico sull’ospedale raccontando degli incontri serrati che si stanno avendo con la Asl e il via libero ricevuto dalla Regione Puglia per il restauro della sede del Cup, il centro unico delle prenotazioni del nosocomio Paradiso.