La Cgil-Spi chiede al Commissario prefettizio notizie sul problema tributi

Mentre i partiti politici gioiesi sono tutti concentrati sulla imminente campagna elettorale per eleggere il nuovo governo di Gioia del Colle, ad occuparsi di capire cosa sta succedendo sulla questione dei tributi inevasi al Comune, ci ha pensato la Segreteria del Sindacato Pensionati Italiani-Cgil cittadina.

“Poiché riteniamo  – si legge nella nota inviata al Commissario Prefettizio, Umberto Postiglione – che il mancato gettito sia all’origine delle deficienze dei servizi comunali, come del resto risultano carenti le manutenzioni di strade urbane ed extraurbane, ultimamente peggiorate anche a causa del maltempo e che tali problematiche rappresentano un costante pericolo per l’incolumità dei cittadini e in particolar modo degli anziani dai quali riceviamo quotidiane lamentele, con la presente ci rendiamo disponibili ad un incontro con la S.V, al fine di comprendere le modalità con le quali si intende procedere al recupero dei mancati introiti”,

La lettera del resto ricorda che durante la scorsa estate fu lo stesso Commissario a concentrare la sua attenzione “sul drammatico dato della evasione tariffaria presente nel nostro comune, sottolineando, se pure in maniera garbata, le pesanti responsabilità dei precedenti amministratori e della burocrazia del comune”, ipotizzando anche scenari di predissesto.

Poichè il tema è tra quelli più cari ai cittadini, si tenta di capire che cosa si sta facendo in questi mesi per il recupero delle tasse inevase e scongiurare rischi alla stabilità delle casse comunali.