La Bottega torna sul Teatro Rossini e critica una sedia lasciata per strada

Dura critica del Movimento La Bottega per una situazione che si è verificata nella zona allestita ai mercatini di Natale, più precisamente su Via Roma.



In una delle scorse notti, racconta in una nota, sarebbe stata abbandonata alle intemperie invernali una sedia del teatro comunale Rossini nei pressi di una casetta.
Si tratterebbe di quella che dovrebbe pubblicizzare appunto le attività teatrali promosse dal Comune di Gioia del Colle.

Il movimento non le manda a dire e critica la poca attenzione che si è dimostrata nella cura delle cose del teatro come le sedie in velluto rosso “Usate e abbandonate sotto la pioggia per l’intera notte, segnalate alle 9 del mattino ormai fradice e ancora presenti per strada alla mercé di tutti, anche del malintenzionati, alle 12”, sottolinea e sebbene la via sia molto trafficata da esponenti della maggioranza di governo.

“Siamo disposti – continua – a tollerare la mania di presenzialismo mostrata in questi ultimi mesi dai nostri amministratori. Siamo disposti a comprendere le ragioni “politiche” che ispirano la voglia di “aria di Natale” degli assessori e del loro sindaco che condividono con i loro piccoli e grandi elettori. Giustifichiamo anche la mancanza di stile e senso dell’estetica che hanno dimostrato per l’allestimento, in modo insulso, indiscriminato e senza alcun coordinamento, degli impianti delle luminarie. Ma è per noi assolutamente inaccettabile che si consideri il Teatro Comunale “Rossini” una proprietà privata e non un bene comune, cioè di tutti noi. Tanto da autorizzare la concessione delle pregiate sedie del Teatro a qualche espositore nelle “Casette” di via Roma”.

La critica de La Bottega si aggiunge alla serie di richieste di chiarimenti riguardanti proprio il Teatro fatte nell’ultimo consiglio comunale, le cui risposte non sono state ritenute sufficientemente esaurienti dal Movimento, e alle recenti dimissioni dalla presidenza della commissione consiliare che si occupa di culturale e anche di teatro della consigliera de La Bottega Milena Pavone.