Il Sindaco: “Tra le novità pensiamo ad un grande intervento per rifare le strade”

È tempo di programmazione e di lavorare al Bilancio di previsione del Comune di Gioia del Colle e tra l’imminente campagna elettorale regionale, i cantieri che potrebbero aprirsi, il Sindaco Giovanni Mastrangelo ha raccontato l’inizio di quest’anno che prefigura ricco di novità.


Novità sui lavori pubblici e probabilmente la possibilità di intervenire in maniera decisa sul rifacimento delle strade gioiesi che da tempo necessitano di una manutenzione importante.

Dalla sua maggioranza ci sarebbero due probabili candidati alle elezioni regionali, Vito Etna per la Lega e Ottavio Ferrante che per ora non avrebbe un partito di riferimento.
Sono scelte che entrambi stanno valutando serenamente. Vito Etna ha già dichiarato che si candiderà se glielo chiederà il partito, Ottavio Ferrante sta ancora valutando. Io non posso propendere per nessuno. Se si dovessero candidare salirò sul palco di entrambi, come per qualsiasi candidato del centro destra che verrà a Gioia. Certamente la mia priorità è e sarà quella di fare il Sindaco e non la campagna elettorale delle regionali.

Dal movimento Prodigio sono emerse alcune perplessità sulla tassa di occupazione di suolo pubblico per le casette del mercatino di Natale.
I conteggi fatti da Prodigio sarebbero sbagliati. L’organizzazione dell’evento natalizio ha chiesto di poter dilazionare quanto dovuto in quattro rate, come richiederebbe il regolamento, e poiché è durato più di trenta giorni, la tariffa va dimezzata. Inoltre, avevamo già precisato che per l’evento avremmo abbattuto del 50% la tariffa, quindi la cifra dell’aliquota va divisa per quattro.
Le casette sono state praticamente tolte, ora bisogna aspettare che il ghiaccio della pista si sciolga per liberare anche piazza Plebiscito. Purtroppo, abbiamo avuto ritardi perché le casette sono state scollegate dalla corrente da un solo operaio del Comune.

L’ultima interpellanza presentata dalle opposizioni riguarda i tributi, la riscossione e gli avvisi di accertamento TASI e IMU per gli anni 2014 e 2015 che stanno ricevendo i cittadini e gli eventuali rimedi che si intendono applicare.
Alcuni spunti di quella interpellanza sono stati interessanti. Gli uffici continuano a rettificare le eventuali cartelle arrivate erroneamente.

Rispetto alla cifra di circa 8 milioni di euro di tasse non pagate, data dal Commissario prefettizio, che cosa effettivamente è stato trovato?
Quella cifra comprendeva residui attivi e passivi, ma anche cartelle non ancora notificate. Sul recupero di cifre già notificate posso dire che si sta procedendo al pagamento. Proprio dopo il report definitivo sull’azione di recupero potremo avere un quadro completo.

Si sta già lavorando al Bilancio di Previsione, ci sono delle novità in cantiere?
Abbiamo recuperato da Cassa Depositi e Prestiti circa 80mila euro per mutui pregressi e da una prima analisi la stessa Cassa si è resa disponibile ad un eventuale erogazione di mutuo che potremmo inserire nel Bilancio. Dopo un’attenta ricognizione stiamo pensando quindi ad un intervento importante per il rifacimento delle strade.
Quest’anno puntiamo anche a riconsegnare Palazzo Tateo alla Città e sulla rigenerazione urbana su via Santeramo. C’è un’idea progettuale ammessa a finanziamento sull’ex macello comunale che potrebbe diventare, tra le varie ipotesi, un ostello o un punto turistico. A breve partono i lavori sui parcheggio di scambio e siamo in attesa dell’ok per partite coi lavori sul cavalcavia ferroviario.

Sindaco, lei ha incontrato l’Inps che nei mesi scorsi aveva pubblicato un bando per la ricerca di una nuova sede, perché era in scadenza di contratto.
L’Inps rimarrà nella sede in piazza Plebiscito, ma rivedremo il contratto, perché occorre fare dei lavori sull’immobile e sugli infissi.

Quindi l’ipotesi che l’Inps potesse occupare Palazzo Serino è ufficialmente scartata. Che cosa si farà là?
Intanto al piano terra si sta pensando a valutare una collaborazione con la Pro Loco per riattivare un punto di informazione turistico. Sui piani superiori stiamo ancora valutando diverse ipotesi, ma prima dobbiamo certificare che non ci siano problemi strutturali.

Concludendo, come è il clima politico?
Nella maggioranza c’è un clima sereno. Con parte dell’opposizione non è possibile dialogare, anche se quando si lavora insieme i risultati si vedono, come nel caso dell’ex ospedale, i cui esiti li condivido anche col Presidente del Consiglio della Regione Mario Loizzo  e col Consigliere comunale del partito Democratico Filippo Martucci. È notizia di queste ore, infatti, che sono stati assegnati circa 200mila euro all’ex nosocomio di Gioia del Colle per gli impianti di climatizzazione e 150 mila euro circa per gli infissi, intimando di portare a termine il prima possibile i lavori. Una volta terminati i lavori, la commissione invalidi civili tornerà a Gioia.
Dall’opposizione è anche giunta però anche l’interessante proposta degli Orti urbani che abbiamo accolto subito.