Il nuovo coordinamento del PD

gianni

Il partito al centro, in un’azione sinergica tra coordinamento, consiglieri e assessori. Gianni Valletta guarda avanti dopo il congresso del Pd che il 26 ottobre lo ha eletto per acclamazione segretario della sezione di Gioia. “E’ un cammino da fare insieme – ha detto il neo segretario durante il congresso – in nome della partecipazione, dell’impegno, del rinnovamento, nel segno di una leadership collettiva”.

Valletta continua dunque l’avventura iniziata a novembre, quando fu chiamato a coordinare il Pd in un momento di emergenza, dopo le improvvise dimissioni di Enzo Cuscito. Il neo segretario, anni 37, impiegato nella segreteria dell’assessorato regionale al Welfare, aveva già guidato il Pd dal 2008 al 2010 e prima ancora era stato segretario dei Ds.

“Occorre un partito forte, unito e non aggredito continuamente dall’esterno e da ripicche interne – ha detto ancora Valletta nel corso del congresso –. La città ci guarda e non è possibile smarrirci in litigiosità e faide che rischiano di minare la nostra attività. E’ necessario che il Pd gioiese sappia ritrovarsi nell’unità e nella capacità di azione che ne hanno contraddistinto il profilo negli anni passati”.

Al nome di Valletta si è arrivato dopo un lungo confronto all’interno del partito. Il neo segretario è uomo di mediazione e su di lui sono stati tutti d’accordo tanto che i due candidati, Mimmo Lapolla e Gianfranco Falcone, hanno entrambi fatto un passo indietro. E nonostante avesse più volte dichiarato di non volersi ricandidare, Valletta non si è sottratto nemmeno stavolta: “E’ vero che avevo deciso di non ripresentarmi – dice al nostro portale – tuttavia le richieste e l’insistenza degli amici e dei compagni dei circolo di Gioia, mi hanno convito. Le due candidature si fondavano su due opzioni differenti che sarà mia cura tentare di riportare a sintesi”.

Con lui nel coordinamento ci saranno: Antonella Campagna, Tommaso Covella, Giorgio Donvito, Pinuccio Eramo,  Marica Farina, Caterina Galetta, Arianna Gentile, Walter Ivone, Domenico Lapolla, Lucia Laterza, Antonio Domenico Ludovico, Dario Magistro, Giovanna Magistro, Enrico Mancino, Angela Masci, Andrea Mongelli, Vincenzo Pastore, Carmela Procino, Carlo Resta, Domenico Santamaria.

“Il lavoro da fare è notevole – ha detto il segretario nel suo discorso – pertanto, c’è bisogno di un lavoro collettivo. Occorre continuare il rinnovamento della classe dirigente creando un giusto amalgama tra giovani ed esperienze consolidate in modo che si instauri una piena e proficua collaborazione paritaria, senza mai prevaricazione. Occorre andare oltre, allargando la partecipazione. Non mi appassionano molto i recuperi se riportano solo vecchie lotte, ma dovrebbe interessarci chi vuole lavorare. Occorre non lasciarsi ancorare ai vecchi schemi e vedere piuttosto il nuovo che c’è nelle aggregazioni civiche, nella cittadinanza attiva, dove operano giovani intelligenze e non i soliti noti”.

About Massimo L'Abbate 1139 Articoli
Direttore Responsabile

Commenta per primo

Lascia un commento