Guida Gambero Rosso 2020: tre vini Primitivo di Gioia premiati con tre calici

Sono uscite le anticipazioni della prestigiosa Guida Gambero Rosso 2020 che affida tre calici ai vini migliori per ogni regione italiana. Per la Puglia il padrone indiscusso è il vino Primitivo conteso tra i territori di Gioia del Colle e di Manduria.

“Si conferma anche l’affermazione del primitivo come vitigno di riferimento, – si legge nell’anteprima della pubblicazione – una tendenza che non è più possibile classificare come una moda. Le caratteristiche di questo vitigno e le differenti declinazioni che ritroviamo in tutta la regione ottengono infatti un apprezzamento sempre maggiore dagli appassionati sia italiani che stranieri”.

E la cosa è confermata anche dall’aumento delle cantine presenti e dalle difficoltà che la Guida ha dovuto compiere nella scelta che ha lasciato fuori aziende più che meritevoli.

Ma se il derby pugliese del Primitivo è stato vinto da Manduria, con 5 aziende a 3 con tre calici, su un totale di 16 vini premiati complessivamente, la Guida mostra particolare interesse per quello di Gioia e sottolinea entusiasticamente: Mentre a fronte di una riduzione dei Tre Bicchieri ottenuti dalla denominazione Gioia del Colle c’è una bella crescita complessiva: quest’anno sono 11 le aziende gioiesi che hanno portato almeno un vino in finale, e non ci stancheremo mai di ricordare che raggiungere le nostre finali significa fare parte dell’élite della produzione nazionale”.

Questi dunque i vini Primitivo Gioia del Colle premiati dalla importante rivista:
Don Antonio Primitivo 2017 – Coppi
Gioia del Colle Primitivo 17 Vign. Montevella 2016 – Polvanera
Gioia del Colle Primitivo Muro Sant’Angelo Contrada Barbatto 2016 – Tenute Chiaromonte