Gioiella Latticini, eccellenza del nostro territorio, domani in onda a Studio Aperto

Mercoledì scorso la troupe di Italia 1 è stata a Gioia del Colle. Lo scopo è stato quello di catturare le immagini che potessero raccontare questa eccellenza del nostro territorio del settore lattiero caseario: la Gioiella Latticini.





Il servizio andrà in onda domani pomeriggio, dopo l’edizione di Studio Aperto delle 18.30. Ma non sarà l’unico. Nei giorni scorsi, infatti, anche la troupe di Linea Verde è stata a Gioia e ha immortalato alcune immagini di un’azienda zootecnica. Lo scopo è quello di implementare queste immagini con quelle del caseificio gioiese che vanta ormai 70 anni di storia.

Il servizio che andrà in onda su Rai 1 avrà un taglio diverso e pur volendo consolidare la storicità della Gioiella, ha voluto anche raccontare quello che c’è dietro, tutti coloro i quali compongono la filiera produttiva che da’ poi vita al prodotto finale che finisce sulle nostre tavole, quello stesso prodotto di cui uno chef racconterà a conclusione del servizio.

Purtroppo il complicarsi dell’emergenza Covid, ha bloccato questo secondo lavoro per la Rai. Al momento quindi sono state girate solo una parte di immagini. Appena possibile si completerà il tutto.

Gioia del Colle balzerà quindi agli onori delle cronache con uno degli elementi che maggiormente la caratterizza: il comparto lattiero caseario e in particolare Gioiella, da 70 anni una solida realtà.

Questo servizio per Mediaset – ha spiegato Antonio Notarnicola, direttore generale di Gioiella Latticini- nasce in virtù dell’imminente pubblicazione sulla Gazzetta Europea della certificazione DOP per la nostra mozzarella. Questo è il giusto riconoscimento che premia la passione, il lavoro e l’energia di tante aziende del nostro territorio”.

Abbiamo ospitato la troupe di Studio Aperto proprio all’interno del nostro comparto produttivo– ha spiegato ancora Notarnicola- ed è stato gratificante ricevere apprezzamenti per essere riusciti a coniugare l’artigianalità del prodotto all’interno però di un sistema di controlli molto rigido”.

Al di là di questi passaggi televisivi, comunque importanti, Gioia aspetta ora con ansia che l’Europa le riconosca quello che le spetta: la certificazione DOP per la mozzarella.