Gioia ricorda Donato Boscia nella Giornata delle vittime innocenti delle mafie

Orientamento formativo e riorientamento

Orientamento formativo e riorientamento

Gioia del Colle non dimentica il suo Donato Boscia e nel giorno della Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, che ogni anno cade il 21 marzo perché si rinnovi la primavera della verità e della giustizia sociale e si stringe nel ricordo di un suo ragazzo assassinato dalla mafia.

Era stato inviato a Palermo dalla Ferrocementi di Roma, presso cui lavorava, per dirigere un cantiere per l’acquedotto: una sezione dell’indotto dove la mafia siciliana non era riuscita a fare affari e il 2 marzo 1988 fu ucciso da cinque colpi di pistola mentre era nella sua macchina.

Quello stesso anno la mafia uccise 23 innocenti.

Per questo motivo anche la comunità di Gioia del Colle ricorda il suo concittadino Donato Boscia, per il quale fu affissa una targa commemorativa per non dimenticare nei pressi del Palazzo Municipale.