Festa Patronale senza le giostre? Revoca di autorizzazione per alcuni

La festa di San Filippo Neri senza le attrazioni del luna park?

E’ lo scenario che si sta delineando in base ad una disposizione di revoca dell’autorizzazione all’esercizio da parte del Comandante dei Vigili Urbani Filippo Ferrante. Su indicazione dell’ufficio antimafia della Prefettura di Bari, stamattina Ferrante ha notificato il provvedimento ad almeno una quindicina di titolari di giostre già installate in via Einaudi a Gioia del Colle e pronte ad entrare in funzione per la Festa Patronale del 25-26-27 maggio.

Nella nota si nega l’autorizzazione all’apertura delle attrazioni per “controindicazioni in via di rapida definizione”.
E qui la questione si fa misteriosa. Tutte le giostre del Luna Park erano state autorizzate ed hanno superato il collaudo di prassi. Erano quindi pronte per essere messe in funzione forse già da stasera.

Perchè bloccare l’autorizzazione a qualche ora dall’inizio della festa patronale? Cosa c’entra l’antimafia?
E’ evidente che nelle ultime ore sarà accaduto qualcosa che ha reso necessario bloccare le autorizzazioni.

Ad aggiungere ulteriore mistero alla vicenda c’è la presenza stabile, dalla prima mattinata di oggi, di una camionetta dei Carabinieri con diversi agenti in tenuta da servizio di ordine pubblico, quelli che siamo abituati a vedere negli stadi o durante le manifestazioni.
Tuttavia siamo alle supposizioni e al momento non è dato sapere se si tratti o meno della stessa vicenda.

Stamattina come di consuetudine, nelle scuole elementari gioiesi si sarebbero dovuti consegnare alcuni blocchetti delle giostre ai bambini ma questo non è avvenuto.
E’ da capire adesso quante e quali giostre verranno smontate velocemente o rimarranno chiuse durante la festa, in attesa di sapere le motivazioni del ritiro della autorizzazione.

Seguiranno nostri aggiornamenti.