Emergenza neve, in città tutto sotto controllo. Sospesa la raccolta dei rifiuti

Sino ad ora nessuna vera e propria emergenza ma misure di prevenzione scattate già 48 ore prima l’allerta meteo. Il Centro operativo comunale della protezione civile di Gioia del Colle già da martedì ha iniziato ad organizzarsi per non farsi prendere alla sprovvista.

Giovedì sono entrati in azione i mezzi spargisale che hanno impedito alla prima neve caduta in serata di trasformarsi in ghiaccio. I mezzi spalaneve hanno fatto il resto rendendo le strade interne transitabili.

Gli operatori e i volontari della protezione civile, coordinati da Donato Ascatigno, stamattina hanno anche controllato le vie periferiche e provinciali.

Sulla Gioia-Matera, il punto più critico, è stato chiesto l’intervento dei mezzi della Provincia: l’accumulo di neve ha raggiunto anche i 50 centimetri. Viabilità difficile anche sulla via per Montursi.

In città a mano gli operatori hanno spalato neve dinanzi al laboratorio dell’ex ospedale e in piazza Plebiscito, per creare percorsi percorribili ai pedoni.

Lungo la statale 100 e sul tronco autostradale sono entrati in attività mezzi spalaneve e spargisale dell’Anas e della società Autostrade che hanno limitato i disagi che pure ci sono stati sulla statale 100 per via di camion e Tir che si son messi di traverso rallentando il traffico.

Particolare attenzione è stata prestata alla viabilità delle strade percorse dalle ambulanze per raggiungere i Pronto soccorso di riferimento.

Il rischio è rappresentato dal ghiaccio. Le precipitazioni, rafforzate dalle forti raffiche di vento, e le basse temperature infatti richiedono continui passaggi alternati di spalaneve e spargisale su tutta la rete stradale.

Intanto l’Aro ha sospeso per oggi la raccolta dei rifiuti porta a porta e probabilmente anche domani.

Resta la raccomandazione di montare le catene per chi viaggia oltre il centro abitato.