Emergenza neve, il ghiaccio fa paura. Anche domani stop raccolta rifiuti

È durato sino alle 17 il lavoro di prevenzione della protezione civile di Gioia del Colle. Poi in pochi minuti tutto è stato azzerato. Una intensa nevicata ha cancellato i sentieri spalati dai volontari in piazza e sui marciapiedi e soprattutto ha ricoperto le strade.

Il responsabile del centro operativo della protezione civile, Donato Ascatigno, è stato costretto a chiedere l’intervento immediato di almeno altre due macchine per togliere la neve dalle strade in città: una corsa contro il tempo per evitare che le basse temperature, previste durante la notte, le trasformino in piste ghiacciate.

Stanotte infatti è previsto il picco più basso delle temperature che per l’intera giornata si sono mantenute tra meno uno e meno tre. Nel primo pomeriggio una unità della protezione civile ha perlustrato la via di Montursi e la via di Matera, nonché la zona interna che collega le due strade. Un paesaggio a tratti lunare con scorci tipici della montagna. Per la strada anche due buontemponi che passeggiavano a bordo di un calesse trascinato da un asinello.

I volontari della protezione civile hanno controllato la situazione del canile, che ospita circa 500 cani: è intervenuto uno spalaneve e spargisale per liberare l’ingresso. Inizia un’altra lunga notte per i volontari. Una notte che non si preannuncia per niente facile.

Intanto l’Aro Ba/5 comunica che a causa del tempo, nemmeno domani è prevista la raccolta dei rifiuti porta a porta. Rimarrà comunque aperto il Centro comunale di raccolta per permettere a coloro che ne abbiano la necessità, di conferire direttamente i rifiuti.

foto zona Montursi