Divieto di fuochi d’artificio a Capodanno

Anche quest’anno l’Amministrazione comunale ha previsto il divieto su tutto il territorio comunale di Gioia del Colle nei giorni 30-31 dicembre e 1- 2 gennaio di usare nei luoghi pubblici oppure aperti al pubblico materiale esplodente,  far esplodere petardi, castagnole e simili artifici esplodenti e fortemente rumorosi.

Il divieto è esteso anche ai luoghi privati siti all’interno dei centri abitati e nelle adiacenze delle carreggiate stradali, marciapiedi, aree verdi e viali alberati.

L’ordinanza vuole tutelare la salute e l’incolumità pubblica e quella di animali domestici e selvatici.

Si raccomanda, inoltre, agli organizzatori delle manifestazioni pirotecniche, autorizzate nel corso dell’anno, di garantire una preventiva informazione sull’impiego di materiale pirotecnico in modo da prevenire ripercussioni dannose per persone ed animali.

In particolare per le iniziative di minor rilevanza e poco conosciute, eventi privati o similari (comunque debitamente autorizzate) che utilizzino prodotti pirotecnici rumorosi, di avvisare preventivamente ed in modo capillare la popolazione e cittadini contermini della zona di svolgimento attraverso volantinaggi nelle buchette della posta, affissioni di manifesti nelle modalità autorizzate e social network.

Si raccomanda anche ai proprietari di animali di attuare misure preventive di protezione come ad esempio:

  • Quando possibile non lasciare i cani in completa solitudine e rimuovere tutti gli oggetti che potrebbero provocare ferite nel caso di urto dell’animale in preda alla paura;
  • Evitare di lasciarli all’aperto in quanto la paura fa compiere loro gesti imprevedibili, il primo è la fuga;
  • Non tenerli legati alla catena o con collari non adatti o addirittura non consentiti perché potrebbero strangolarsi;
  • Non lasciare i cani sul balcone perché il rumore è maggiore e potrebbero gettarsi nel vuoto;
  • Dotali di tutti gli elementi identificativi possibili in caso siano lasciati in giardino o all’aperto;
  • Cercare di minimizzare l’effetto dei botti tenendo accese radio o tv, specie se gli animali sono soli;
  • Prestare attenzione anche agli animali eventualmente in gabbia e non tenerli sui balconi;
  • Nei casi di animali anziani, cardiopatici e/o particolarmente sensibili allo stress dei rumori rivolgersi con anticipo al veterinario;
  • Consultare comunque il veterinario in modo preventivo per ricevere consigli o cure adeguati.

Le Forze dell’Ordine vigileranno sull’applicazione dell’ordinanza anche con sanzioni amministrative da 25 a 500 euro.