Cuscito: perchè non riparare i semafori?

enzo cuscito

Perché invece di riparare il semaforo sono stati spesi altri soldi per gli attraversamenti rialzati? Se lo chiede Enzo Cuscito che, il 2 gennaio, ha inviato una interpellanza al Comune sulle strisce pedonali della ex statale 100 all’altezza di via Fontanelle. Il consigliere di Solidarietà e partecipazione vuole spiegazioni sulle motivazioni che hanno portato l’amministrazione a realizzare tre attraversamenti pedonali rialzati per un totale di oltre 17mila euro, invece di ripristinare il semaforo, la cui manutenzione ordinaria e straordinaria costerà al Comune fino al 2014 quasi 170 euro al mese per un totale di 33mila euro.

Nella interpellanza inoltre Cuscito chiede come mai la ditta che ha in appalto la manutenzione (e che è la stessa a cui è stata affidata la realizzazione degli attraversamenti rialzati) non abbia provveduto a riparare il semaforo in questi mesi e se la società continuerà a percepire il canone mensile: “Perché – scrive Cuscito – considerate le ristrettezze economiche e il rilevante innalzamento dell’imposizione fiscale a carico dei contribuenti gioiesi, non si è provveduto ad un’indagine di mercato al fine di comparare diversi preventivi di spesa e procedere con quello maggiormente conveniente per l’Ente? Il sottoscritto gradirebbe non ricevere in risposta l’affermazione che l’intervento era necessario, inderogabile e urgente considerato come è dalla primavera scorsa che l’impianto semaforico in questione è fuori servizio, senza che né l’ente, né i tecnici, né la ditta di manutenzione intervenissero risolvendo il problema”. Cuscito domanda infine se, nella realizzazione degli attraversamenti, sia stato seguito quanto previsto dal codice della strada dato che ne è vietato l’uso su strade “che costituiscono itinerari preferenziali dei veicoli normalmente impiegati per servizi di soccorso o di pronto intervento”. E il tratto di strada nei pressi di via Fontanelle “funge da collegamento quotidiano tra lo stabilimento ospedaliero di Gioia e l’ospedale di Putignano ed è attraversato costantemente da veicoli di pronto intervento e di servizio sanitario”. Il consigliere inoltre esprime “disappunto e inquietudine” per come l’amministrazione sta gestendo le strisce pedonali in tutta la città in quanto, nonostante la spesa di 4mila euro, “gli interventi sono stati parziali, lasciando molti edifici scolastici e attraversamenti pericolosi (vedi attraversamento pedonale su Strada Statale 100, nei pressi della parrocchia di San Vito, utilizzata da centinaia di studenti liceali ogni giorno) completamente senza manutenzione”. Secondo Cuscito bisogna “intervenire quanto prima su tutto il perimetro urbano al fine di rifare, richiedendo l’utilizzo dei materiali e delle maestranze migliori per il rifacimento di tutte le strisce pedonali presenti sul territorio”.

About Massimo L'Abbate 1139 Articoli
Direttore Responsabile

Commenta per primo

Lascia un commento