Covid-19/ Zero casi a Gioia e martedì torna il mercato, ma solo per gli alimenti

Mentre ci si prepara alla Fase 2 dell’emergenza sanitaria per il Covid-19, che scatterà il prossimo 4 maggio, il numero dei positivi a Gioia del Colle va decrescendo fino ad azzerarsi.


L’ultimo caso positivo al Covid-19 rimasto è infatti in attesa del secondo tampone consecutivo che se dovesse essere negativo così come il primo, porterebbe Gioia del Colle a zero casi, in altre parole, malgrado un decesso registrato, saranno tutti guariti.

Con la Fase2 ci saranno delle piccole concessioni negli spostamenti e la possibilità di accedere a giardini e parchi comunali e con l’ordinanza firmata ieri pomeriggio dal Presidente della Regione Puglia Emiliano, da oggi anche nei cimiteri.

Il cimitero di Gioia del Colle sarà aperto al pubblico da sabato e per questo week end solo in orario antimeridiano, e sempre muniti di guanti e mascherine, mentre da lunedì sarà possibile l’accesso anche il pomeriggio. In questi giorni si provvederà a riordinare il camposanto e organizzare gli ingressi in modo che non si creino assembramenti tra coloro che vanno a trovare i propri defunti.

Ne frattempo si sta provvedendo alla pulizia dei giardini pubblici, dove sarà possibile passeggiare, ma non si potranno utilizzare le giostrine per i bambini.

Martedì invece ritorna il mercato settimanale, solo per quanto riguarda la vendita di genere alimentari e rispettando le norme di distanziamento e di protezione. A comunicarlo in anteprima questa sera è stato il Comandante della Polizia Municipale Filippo Ferrante durante la trasmissione QuaraAtenna Gioia, dove ha risposto a tutti i dubbi mossi dal pubblico relativamente alle possibilità di spostamento dal prossimo 4 maggio.

Gioia del Colle è stata la prima a chiudere il mercato e l’ultima a riaprilo – ha poi commentato il Sindaco Giovanni Mastrangelo, entusiasta sugli ultimi numeri dei contagiati a Gioia –  ma visti i risultati sugli infetti, evidentemente queste decisioni sono servite. Così come è importante mettere in sicurezza gli accessi ai giardini e al cimitero”.

Da lunedì quindi parte una prima riapertura alle restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria, ma l’auspicio di tutti è sicuramente quello di continuare a rispettare quanto imposto dalle ultime decisioni governative sugli spostamenti e i distanziamenti, e di usare i presidi come mascherine e guanti una volta usciti i casa per continuare ad arginare il contagio.