Covid-19/ La Parrocchia dell’Immacolata cucirà mascherine riutilizzabili

La Parrocchia dell’Immacolata di Lourdes di Gioia del Colle ha chiamato a raccolta i fedeli chiedendo loro di mettere a disposizione il loro tempo e le loro capacità per produrre mascherine.

In mancanza di mascherine, presidio ormai indispensabile per uscire di casa in questo periodo di emergenza sanitaria a causa del Covid-19, purtroppo diverse persone non riescono ad approvvigionarsi di questo presidio e capita che pur di adempiere alle loro necessità escono di casa senza.


È inutile dire che l’appello fatto da Don Marino e da Rosanna D’Aprile ha raccolto subito adesioni e infatti in poche ore si è creato un gruppo di lavoro di 14 persone che si sono già messe all’opera. Tra queste ci sono 6 sarte che hanno iniziato a cucire mascherine protettive seguendo i modelli e le misure previste, affinchè possano svolgere la loro funzione di protezione.

Gli altri “volontari della Parrocchia” in queste ore sono alla ricerca di materiale che viene lasciato a casa delle sarte. E perchè possano svolgere il loro compito e confrontandosi con personale infermieristico, si è scelto di farle con un tipo di cotone fitto, cucendo stoffe molto simili alle vecchie lenzuola pesanti, per cui saranno disinfettabili, lavabili e riutilizzabili.

I primi lotti saranno pronti la prossima settimana e di intesa col Sindaco Mastrangelo, entusiasta dell’iniziativa, verranno consegnati alla Protezione Civile che provvederà a distribuirli ai cittadini che ne avranno bisogno.