Coop e Real: i consiglieri di centro destra chiedono un Consiglio comunale

Un autunno molto caldo è quello che si preannuncia a Palazzo San Domenico.

A scaldare gli animi ci hanno pensato i Consiglieri di opposizione Giuseppe Gallo, Francesco Donvito, Isacco Isdraele-Romao e Giovanni Mastrangelo con due richieste di autoconvocazione urgente del Consiglio comunale.

La prima riguarda l’esecuzione della sentenza del Consiglio di Stato sul centro commerciale “Le Torri”, nella quale si ordina al Sindaco di provvedere alla chiusura del centro entro 90 giorni. L’intenzione sarebbe quella di adottare un atto di indirizzo sulla questione.

La seconda riguarda invece le accuse mosse dal Presidente della squadra di pallavolo New Real all’inizio della pausa voluta nel Consiglio comunale del 10 agosto scorso.

In quella occasione, si legge nella nota protocollata dall’opposizione il 4 settembre, il presidente del Real Nino Giordano, entrò in aula mentre erano ancora presenti i Consiglieri comunali, il Sindaco, il Presidente del Consiglio, l’Assessore allo sport, Il presidente di una associazione di basket locale e un sindacalista della Cisl.

Con toni accesi  fece “riferimento esplicito – si legge – ad accordi preelettorali avvenuti nella sede di Prodigio in merito alla gestione del palazzetto dello sport Palacapurso”. “Fece altresì riferimento – continua – a richieste economiche pervenutegli in ordine agli introiti pubblicitari che egli avrebbe ricavato dalla gestione diretta del palazzetto”.

Secondo quanto previsto dai regolamenti comunali, ci sarebbero 20 giorni per convocare e discutere gli argomenti presentati dall’opposizione.