Consiglio comunale lampo per approvare debiti fuori bilancio senza correre rischi

Il Consiglio comunale ai tempi del Coronavirus: consiglieri comunali in piedi nel chiostro, a distanza di sicurezza, con guanti e mascherini. E’ questa la fotografia di quanto avvenuto ieri a Gioia del Colle dove, il Presidente del Consiglio Vito Etna, ha dovuto convocare l’assise per procedere all’approvazione di diversi debiti fuori bilancio.

Prima dell’emergenza – ha spiegato Mastrangelo in risposta alla domanda se fosse necessario convocarlo vista la situazione- avevamo preso degli impegni con i creditori ed è per questo che, nel rispetto delle norme previste, abbiamo deciso di far fronte a questa incombenza”.

Alla votazione ha partecipato solo una parte della maggioranza esclusi i consiglieri Ottavio Ferrante e Andrea Benagiano. Assente anche l’opposizione che, a detta del primo cittadino, aveva avvisato della cosa anche in ragione del fatto che abbiano voluto evitare che ci fosse un sovraffollamento del chiostro. In merito nessuna polemica, anzi, il Sindaco ha detto di aver compreso le ragioni di questa scelta.

Espletato questo passaggio, l’attività politica si ferma. Quella amministrativa va avanti ma con le dovute precauzioni e restrizioni imposte dalla necessità di limitare il diffondersi del Coronavirus. “In questo periodo stiamo cercando di garantire ai cittadini i servizi essenziali – sono state ancora le parole del Sindaco- e in particolare tutti quelli legati all’ufficio anagrafe. Stiamo procedendo al rinnovo delle carte d’identità, ma solo se già scadute e non di quelle in scadenza. Molti funzionari stanno lavorando da casa, così come gli assessori. D’ora in poi le giunte le faremo in streaming, cercando di limitare il più possibile occasioni di incontro e di possibili contagi”.