Commissione Invalidi a Sammichele: Sindaco e Consigliere Liuzzi sul piede di guerra

Quello che la Asl di Gioia del Colle doveva fare per fermare una volta per tutte il trasferimento della Commissione invalidi da Gioia del Colle a Sammichele di Bari  sembrerebbe non sia stato fatto e il Direttore della Asl Bari,  dott. Lagravinese, sottolineando l’inadeguatezza di locali di visita e di attesa e la mancanza dei requisiti minimi per superare alcune barriere architettoniche come il ripristino di un ascensore, ha disposto il trasferimento provvisorio del servizio a Sammichele, nell’attesa che gli spazi, a Gioia,vengano messi a norma.

Quello che era di competenza e a carico del Comune, come la segnaletica degli stalli per handicap fu invece risolto a marzo, quando ci fu il primo tentativo di portare questo servizio a Sammichele. Come per tutti i servizi che sono stati trasferiti da Gioia, per ultimo il Servizio per le tossicodipendenze, anche per questo si parla di situazione temporanea, fino a quando no ci saranno strutture idonee.

“Ufficialmente stiamo preparando una risposta al direttore Lagravinese con una diffida, da inviare alla direttrice del distretto. – risponde così il Sindaco Mastrangelo – Ho preparato anche un video che ho inviato al Presidente Emiliano dove ho fatto vedere, tra le tante cose, i locali del Serd ancora ammobiliati e dove la Asl paga ancora un fitto ai privati e dove mancherebbero solo gli scivoli all’ingresso che metteremmo a spese del Comune. Abbiamo spiegato che i locali di urologia sono già a norma e quindi utilizzabili. Sammichele ha 6 mila abitanti contro i 28mila di Gioia del Colle. È decisamente assurdo che si sposti, in percentuale, più gente da qui che da Sammichele”.

Sul fatto che l’assessore alla politiche sociali di Gioia del Colle, la dott.ssa Giovanna Pontiggia, sia di Sammichele dove vive con la sua famiglia e non di Gioia, possa prefigurare, in questa occasione un conflitto di interessi, il Primo cittadino è categorico: “La dott.ssa Pontiggia deve adempiere al suo mandato assessorile. Pontiggia sta preparando una relazione molto tecnica per giustificare l’illegittimità del trasferimento”.

“Prossima mossa – conclude –  è quindi una diffida alla dott.ssa Misceo ad adempiere a quanto richiesto per rendere idonei i locali in via Ariosto. Altro step sarà fissare un incontro col Presidente Emiliano che stiamo organizzando col Consigliere comunale Maurizio Liuzzi”.

Sulla vicenda del trasferimento della Commissione invalidi paventato a marzo e poi bloccato grazie all’intervento dell’on. Lacarra, su istanza del segretario Pd e Consigliere comunale Maurizio Liuzzi, quest’ultimo ravvisa l’improrogabile necessità di convocare un tavolo tecnico tra Regione, Asl e Comune e mettere un punto fermo sulla tutela dei servizi che debbono essere preservati su Gioia o addirittura implementati. “Non è più il tempo di Consigli comunali monotematici, – sottolinea – i quali rappresenterebbero mere vetrine e/o rese dei conti. Bisogna entrare, una volta per tutte, a muso duro nella faccenda. Contrariamente a marzo, oggi Gioia del Colle ha un Sindaco che ha l’onere di risolvere a monte questo continuo stillicidio ai danni dell’offerta sanitaria gioiese. Anche la diffida, a cui ho dato il mio contributo, ancor oggi non mi risulta sia partita e, comunque, risulterà intempestiva poiché doveva arrivare, a mio parere, prima della comunicazione ufficiale del trasferimento momentaneo della commissione a Sammichele”.

Si tratterebbe, come già detto a marzo, di spostare il servizio al piano terra del palazzo ex Inam con una spesa non eccessiva. Non si tratta di proteggere il proprio campanile, come qualcuno ha voluto rimarcare, ma di proteggere un maggiore bacino di utenza.