Coldiretti in via Roma per chiedere l’origine degli alimenti in etichetta

A Gioia del Colle la Coldiretti Puglia raccoglierà le firme a favore dell’obbligo di etichetta sui prodotti agroalimentari.

Sabato 28 settembre dalle ore 17 alle ore 20 e Domenica 29 settembre dalle ore 10 alle ore 13 a via Roma per chiedere obbligatoriamente l’origine in etichetta, dai salumi alle marmellate, dai ragù ai sottoli, dal succo di frutta al pane fino al latte in polvere per bambini, arrivano in mille piazze d’Italia gli etichetta days per salvare il vero cibo 100% italiano.

La Coldiretti insieme a Fondazione Campagna Amica ha organizzato questa mobilitazione, partecipando alla petizione “Eat original! Unmask your food” (Mangia originale, smaschera il tuo cibo) per chiedere alla Commissione Ue di estendere l’obbligo di indicare l’origine di tutti gli alimenti in etichetta.

Nel resto d’Europa partecipano all’iniziativa Fnsea (sindacato agricolo francese), Ocu (associazione di consumatori spagnola), Solidarnosc (sindacato polacco), Upa (l’Unione dei piccoli agricoltori in Spagna), Slow Food a Gaia (associazione degli agricoltori greci), la Campagna amica a Fondazione Univerde eGreen protein (ONG svedese).

L’etichettatura degli alimenti oltre a tutelare l’economia del Made in Italy e quindi l’origine degli alimenti, secondo Coldiretti tutela anche il consumatore: “La posta in gioco è alta – sottolinea Coldiretti – poiché per la prima volta c’è la possibilità di invertire la tendenza e spingere la Commissione Ue a valorizzare l’origine dei prodotti agricoli e garantire trasparenza nelle scelte di acquisto dei cittadini e un giusto reddito agli agricoltori”.

Si tratta quinti, secondo Coldiretti di “difendere la salute dei consumatori, valorizzare l’agricoltura italiana per la petizione”.