Coldiretti e ARA si mobilitano per gli animali del Circo Togni bloccato a Gioia

L’impossibilità di spostarsi sul territorio, imposta dalle normative per arginare il diffondersi del Covid-19, ha creato gravi problemi agli operatori del Circo Togni, bloccato a Gioia del Colle, che hanno gravi difficoltà a mantenere gli animali presenti.




L’Associazione Regionale Allevatori di Puglia ha lanciato l’appello ai suoi associati, perchè offrano la propria disponibilità per la fornitura gratuita di foraggio, mangimi, paglia ecc.. contattando l’ARA, che si occuperà degli aspetti logistici, al n. 0804054788 o inviando un messaggio alla mail segreteria@ara.puglia.it.

Nel frattempo si è attivata anche Coldiretti Puglia “con l’adozione degli animali da parte degli agricoltori che continuano a portare razioni alimentari di soccorso come fieno e paglia, ma spesso anche frutta, verdura, pasta e olio per le famiglie circensi senza lavoro e senza reddito da mesi”, scrive l’associazione di categoria”, spiega in un comunicato.

“A Gioia del Colle  – prosegue la nota – gli agricoltori di Coldiretti stanno consegnando 180 quintali di rotoballe di fieno per sfamare gli animali del Circo Togni e hanno attivato la raccolta di prodotti agricoli e agroalimentari negli agriturismi di Campagna Amica della zona per sfamare le famiglie circensi, ma le iniziative per aiutare i circhi continuano”.

“Sotto i tendoni delle carovane – spiega Coldiretti su dati Censis – si trovano tigri, leoni, cammelli, elefanti, ippopotami, cavalli, asini, cani, struzzi, giraffe, rinoceronti e zebre. In tutta Italia sono almeno 70 le realtà attive che portano avanti una tradizione antica di secoli – spiega la Coldiretti – con la gestione di quasi duemila animali che vanno accuditi tutti i giorni”.

Si tratta quindi di aiutare gli animali e i circensi, garantendo, in questo momento, di che sopravvivere.