Chianche del giardino di Giovanni Paolo II: Prodigio chiede un concorso

Orientamento formativo e riorientamento

Orientamento formativo e riorientamento

Il Movimento Prodigio chiede al Commissario prefettizio di Gioia del Colle, Umberto Postiglione, di intervenire per riutilizzare le chianche smantellate dal giardino di Giovanni Paolo II.

Il giardino che si trova nei pressi del Liceo Scientifico R. Canudo, in queste settimane è oggetto di lavori che lo renderanno parte integrante del cantiere della “Cittadella del benessere e della solidarietà”e che prevede la rimozione della vecchia pavimentazione.

In realtà quella pavimentazione fu fatta con chianche di riuso e posizionate da maestranze specializzate.

Ora quelle chianche sono state rimosse e sono rientrate nelle disponibilità comunali per farci altro.

Di qui la proposta del Movimento Prodigio che chiede al Commissario “di lanciare un Concorso di Idee di raccolta di progetti e proposte di riuso, per pavimentare nuovi percorsi e/o completare pavimentazioni esistenti”, con la partecipazione della Città e dei cittadini.

Si tratterebbe di recuperare le chianche, riutilizzarle e creare nuovi percorsi o spazi pavimentati. Al contrario di quello che è stato fatto per altri luoghi che ne hanno snaturato la configurazione come nel caso di Piazza Pinto, si tratterebbe di condividere con la cittadinanza una iniziativa volta al miglioramento del Bene Comune.