Bufera sulla “razza”, il candidato sindaco Mastrangelo: “Adesso Etna vada via”

Le polemiche sorte all’indomani delle dichiarazioni del segretario della Lega per Salvini di Gioia del Colle, Vito Etna, durante la presentazione della candidatura a sindaco del centrodestra di Giovanni Mastrangelo lasciano un segno profondo all’interno della coalizione.

L’avv. Mastrangelo, infatti, ha preso ufficialmente le distanze da quanto dichiarato da Etna che ha parlato di “razze” e di possibilità di cercare nelle case eventuali clandestini e non lascia nessuna possibilità a equivoci.

“Il sottoscritto Avv. Giovanni Mastrangelo, – afferma in una nota pubblicata su Facebook – in qualità di Candidato Sindaco della coalizione di Centrodestra per le prossime elezioni amministrative di Gioia del Colle, alla luce delle dichiarazioni inopportune e non condivise del Segretario cittadino della Lega – Sez. Gioia del Colle, sig. Vito Etna, prende fermamente le distanze da quanto accaduto in occasione della presentazione ufficiale della propria candidatura e, dopo aver ascoltato il parere di tutte le liste e forze politiche a sostegno, chiede al sig. Vito Etna di rassegnare le proprie dimissioni dall’incarico sinora ricoperto, rinunciando, altresì, alla sua preannunciata candidatura, anche al fine di consentire all’intera coalizione un sereno prosieguo della campagna elettorale in corso”.