Biotestamento: da settembre pronto il registro al Comune

Arriva anche a Gioia del Colle il registro nel quale poter conservare il proprio testamento biologico, più propriamente Disposizioni Anticipate di Trattamento.

Nel testamento il cittadino maggiorenne e capace di intendere e di volere, nel caso in cui non ne avesse la possibilità, potrà elencare le sue volontà sul trattamento sanitario da intraprendere a causa di malattia o incapacità.

Potrà quindi dotarsi di uno strumento a tutela della sua libertà e nominare un fiduciario che si faccia garante delle sue volontà. Attraverso le Disposizioni Anticipate di Trattamento si potranno dare disposizioni, sempre nel caso non si sia in grado di farlo, non solo sul trattamento sanitario, ma anche sugli accertamenti diagnostici scelte terapeutiche e o singoli trattamenti.

Le Dat, redatte per atto pubblico o per scrittura privata autenticata dovranno essere consegnate personalmente presso l’ufficio dello stato civile. Si dovrà inoltre nominare un fiduciario o un suo supplente che sarà eventualmente chiamato a dare fedele esecuzione al “testamento”.

L’Ufficio dello Stato civile diventerà quindi la cassaforte nel quale conservare la busta gialla sigillata e numerata consegnata dal redattore.

Il cittadino potrà revocare o modificare le sue disposizioni e il suo fiduciario finanche in ospedale e verbalmente in presenza del medico e di due testimoni. Un’ottima notizia che sancisce la libertà di ogni individuo di decidere degli ultimi istanti prima della morte e uno strumento di cui presto si doterà Gioia del Colle, tra i pochi in Puglia, su cui si è concentrata la responsabile dell’Ufficio dello Stato civile, dott.ssa Grazia Orlando.