Autobus cittadini: oggi i primi test sulle nuove linee con attenzione alle scuole. Il reportage

Il Trasporto Pubblico Locale è la croce e delizia di ogni amministrazione. Più o meno promettono tutti di cimentarsi nel migliorare il servizio, ma pochi ci provano veramente.

Il trasporto su autobus ha un costo sostenuto, spesso il cittadino è diffidente, altre volte preferisce muoversi in auto.

È stato per questo che la redazione di GioiaNews ha voluto fare il primo test sulle linee di autobus cittadine insieme al consigliere Giuseppe Zileni per conto dell’amministrazione comunale.

Con cronometro alla mano, questa mattina infatti si è tenuto il primo giro di prova per valutare le eventuali criticità su orari e fermate delle linee circolari che tra qualche settimana saranno attivati sul territorio gioiese.

Saliti sul pullmino abbiamo fatto il primo tragitto “breve” che partendo da via Antonio DeCurtis, dovrà coprire la zona nord ovest di Gioia del Colle e soprattutto permettere ai ragazzi di poter andare a scuola da soli.

A parte il miglioramento di alcune fermate, sui cui però ci si potrà concentrare quando il servizio entrerà a pieno regime, la zona sembra ben coperta. Lo stesso vale per la circolare che parte dal Villaggio Azzurro e che interessa la zona sud est.

Molto dispersiva è invece risultata la linea urbana “lunga” che interessa tutto il centro abitato e che copre zone che vanno da via Chiarelli fino alla ex Distilleria Cassano. Ma anche in questo caso il test di questa mattina è servito a capire le criticità.

Le verifiche sono inoltre servite a fare una mappatura di pensiline e paline sparse per la Città e che verranno risistemate nei punti di fermata, dove è meglio la fermata, dove cambiare anche il tragitto.

Insomma, la prova di oggi ci ha mostrato la possibilità che il servizio potrebbe funzionare, sebbene l’autobus abbia girato in una giornata serena e in una città poco trafficata.

I tecnici comunali sono ora concentrati sui costi per gli utenti. Si pensa ad abbonamenti speciali per studenti e anziani o comunque a prezzi quanto più ridotti all’osso, proprio per non demotivare i cittadini. Quanto alle linee, dopo gli aggiustamenti di questa mattina sarà dato l’ok definitivo con tutte le fermate e gli orari.

Resta comunque interessante il fatto che, così come stanno le cose, i ragazzi potranno andare a scuola, come gli istituti Losapio e Carano, ed evitare di intasare le strade collegate.

Tutto sta a quanti avranno la pazienza di accettare e provare il servizio.