Arrivano le prime proposte del Gruppo misto su lavoro, commercio e attività produttive

Orientamento formativo e riorientamento

Orientamento formativo e riorientamento

Il nascente gruppo misto all’interno del Consiglio Comunale composto da Alessandro De Rosa e Giuseppe Zileni muovono i loro passi offrendo il loro contributo politico sui temi che Gioia del Colle sta affrontando in questo periodo: primo fra tutti l’emergenza occupazionale acuito con la chiusura della Coop il prossimo 15 novembre.

Ormai autonomi dalla maggioranza da cui sono ufficialmente usciti la scorsa settimana, presentano le loro primi proposte a tutte le forze presenti in Consiglio comunale per aprire un “Dialogo e confronto  – precisano nella loro nota – da cui poter trarre linee programmatiche condivise che possano essere per l’Amministrazione spunti proficui per attuare una strategia volta a creare le condizioni in cui le forze ancora presenti sul territorio, coloro che ancora non si sono arresi a quello che pare essere un ineludibile destino, possano trovare il coraggio e la spinta per investire in una qualche forma di attività economica.

In vista dell’incontro che l’Amministrazione comunale avrà in Regione Puglia insieme a Coop e parti sindacali il prossimo 9 novembre, De Rosa e Zileni propongono che “l’Amministrazione possa fungere da cerniera tra sindacati ed azienda, al fine di raggiungere un’intesa che possa scongiurare la definitiva fuoriuscita dal circuito lavorativo Coop dei 34 dipendenti della struttura gioiese. Una soluzione tampone, in attesa di una soluzione dell’intera vicenda, potrebbe essere una ricollocazione temporanea presso altre strutture Coop, per la durata di qualche mese, che permetterebbe all’Amministrazione di poter avviare processi di rigenerazione urbana”.

In realtà i due consiglieri spingono il loro interesse su tutte le attività commerciali che interessano Gioia del Colle, proponendo la di defiscalizzare le nuove attività rientranti nel centro storico, con l’obiettivo di riqualificare la zona e poi estendere gli stessi benefici ad aree simili.

Vi è anche la proposta di “Istituire un tavolo permanente tra gli assessorati del settore produttivo, turistico e culturale e gli operatori del settore lattiero caseario e attività commerciali di ricezione turistica e ristorazione locale, insieme ad artigiani e associazioni di categoria. L’obiettivo deve essere quello di attivare percorsi volti alla valorizzazione e sfruttamento delle possibilità offerte dal marchio DOP della mozzarella, e di tutti i prodotti tipici enogastronomici e artigiani locali individuati attraverso una Denominazione Comunale”.

Infine per De Rosa e Zileni occorre istituire un tavolo permanente tra l’Amministrazione ed il settore dell’agricoltura e zootecnia con l’obiettivo di creare un flusso costante in entrata di informazioni sulle criticità delle due filiere.

Il Gruppo Misto è già al lavoro occupandosi di argomenti di interesse pubblico e soprattutto aprendosi a tutte le forze politiche interessate, con l’obiettivo di rilanciare la Città.