Anni Mossi, è arrivato il nuovo album di Keccore’

Orientamento formativo e riorientamento

Orientamento formativo e riorientamento

Dopo il suo primo vero disco “Strafatto in casa”  inciso nel 2014 Francesco Recchia in arte KECCORE’, cantautore e polistrumentista gioiese, pubblica il suo secondo lavoro da solista “Anni Mossi”.
Dal 2012 Kecco risiede a Nottingham dove con il nome di Paul Nose ha inciso il cd distribuito in digitale “Plug and Pray”; quindi  si sposta per concerti rockblues in pub e teatri di centro Inghilterra e si tiene vicino alla sua fonte ispirativa beatlesiana.
Nel disco c’è tutta la nuova vitalità di Kecco: la sua formazione classica (il titolo è un gioco di parole dal greco ànemos), la campagna inglese, il garage gioiese e la letteratura italiana.

“Ho cantato e suonato chitarre, bassi, testiere, batterie, percussioni, armoniche e aspirapolveri nella più totale libertà domestica, senza scadenze e pressioni – confessa Kecco.-  Ciò mi ha permesso anche di venire spesso in Italia e di collaborare con i miei amici  che ringrazio: Stefano Montuoso per il basso su ‘dimmi quante tacche hai’, Egidio Stigliano per la batteria su ‘traffic light’, Andrea Campanella per il sax su ‘l’autunno addosso’ e Lello Patruno per le batterie su ‘elettricità’, ‘dimmi quante tacche hai’ e ‘aveva il sole negli occhi’.
“Anni Mossi” di Keccore’ si può scaricare da iTunes, https://itunes.apple.com/it/album/anni-mossi/id1164929202  oppure da Amazon, ed è rintracciabile sulla piattaforma Spotify.

“Ringrazio GioiaNews per l’attenzione – conclude Kecco –  quindi Crettivina  per l’instancabile apporto creativo e lavoro grafico, il supporto e le consulenze di Pippo Indellicati e Sergio Recchia, la Sghiù Production e soprattutto tutti quelli negli anni col loro entusiasmo continuano ad alimentare questa mia inspiegabile e istintiva necessità e di trasformare i miei pensieri in canzoni.