Amministrative 2019/Arriva Salvini: centrodestra in piazza, centrosinistra ai balconi

Riflettori accesi sull’ordine pubblico a Gioia del Colle per l’arrivo del leader della Lega, Matteo Salvini. Il Ministro dell’Interno è atteso martedì pomeriggio alle 16,30, nella piazza Generale Dalla Chiesa, antistante la scuola elementare San Filippo Neri. Il Preside della scuola ha già disposto la chiusura pomeridiana dell’Istituto, sostituendo la prima circola in cui si prevedeva la chiusura per l’intera giornata con una seconda nella quale si chiude solo il pomeriggio. Quindi gli studenti andranno regolarmente a scuola: porte chiuse solo il pomeriggio.

Intanto, occhio ai balconi, perché anche a Gioia del Colle alcuni cittadini si stanno mobilitando per le lenzuolate anti-Salvini.

Nelle ultime ore è stata creata una pagina Facebook, “Gioia non si Lega”, che ha già registrato oltre 450 iscritti in meno di 24 ore, nella quale si lancia l’invito ai gioiesi ad esporre lenzuola o striscioni da finestre e balconi che riporti, si legge in un post, “una frase, un disegno, un simbolo” di dissenso contro il leader della Lega.

Da nessuna dichiarazione si evince la paternità dell’iniziativa, che sembra piacere a tutti gli avversari politici del candidato di centrodestra Giovanni Mastrangelo: nel gruppo ci sono esponenti di calibro che vanno dal Pd alle liste civiche della coalizione di centrosinistra, che sostiene Donato Paradiso, a esponenti della civica Prodigio, che sostiene Donato Colacicco, sino a quelli del Partito Comunista a sostegno di Roberto Cardilli. Nel post di presentazione della pagina, creata venerdì 17 maggio, si legge: “Siamo tutti i cittadini e le cittadine di Gioia che intendono respingere le falsità, l’ipocrisia e i messaggi di odio e intolleranza della Lega (Nord) e del suo segretario, che diventano, ogni giorno che passa, sempre più feroci e sempre più insopportabili”. Sembra che le forze dell’ordine siano particolarmente attente a garantire l’ordine pubblico, sempre più a rischio ormai nelle piazze dove interviene Salvini.

Euforia invece si registra nel centrodestra che vede la presenza a Gioia di un secondo segretario nazionale di partito dopo Giorgia Meloni, che non ha fatto mancare il suo sostegno a Jonny Mastrangelo, che milita nel suo partito, Fratelli d’Italia. Ora si aspetta Salvini che è un nome che pesa, soprattutto perché  in ogni sua tappa riesce a fare notizia.