Alla Mazzini Pimpa, il clown che fa ridere i bambini in guerra

Spiegare la guerra a bambini delle scuole elementari di Paesi che vivono in pace è cosa assai difficile. Marco Rodari, in arte il clown Pimpa, ci ha provato venerdì mattina con il sorriso.

Travestito da clown è entrato nelle scuola elementare Mazzini di Gioia del Colle e a raccontato ai bambini come è facile ridere, ma come è difficile pensare ai loro piccoli coetanei che vivono in Iraq, Siria e Striscia di Gaza senza scuola, spesso senza famiglia e senza cose di cui ridere, pronti a correre più forte del vento per proteggersi da proiettili e bombe. Marco Rodari vive in quei posti per sei mesi l’anno e in questi Paesi di guerra tenta di far dimenticare per quel poco la loro sofferenza. Vestito da clown, gioca con loro con spettacoli di magie e di colori.

Quanto sono fortunati i nostri bambini che non conoscono il terrore di perdere tutto a causa di una bomba o di un proiettile? Non è stato difficile spiegarlo, come non è stato difficile farli ridere con uno spettacolo di magia. I ragazzini delle classi elementari sono diventati protagonisti e spettatori di uno spettacolo pieno di colori, con un’attività di laboratorio teatrale a cura di Marco Rodari e dell’Associazione VIP.

Marco porterà con sé il volto sorridente e divertito dei bambini italiani che sarà difficile incontrare in quei luoghi così lontani ma così vicini, perchè “un Bimbo a cui hai regalato la Meraviglia, – dice – sarà portatore sano di Pace”, in qualsiasi luogo si trovi. Rodari racconta la sua esperienza nel suo libro “La Guerra in un Sorriso” con cui raccoglie fondi da destinare a progetti per i bambini di quei Paesi (www.ilpimpa.it).