Accordo dipendenti Navita: le opposizioni non ricorreranno all’Anac

Dopo l’accordo raggiunto tra Amministrazione comunale, Sindacati e Navita con cui verrà applicato ai dipendenti ex Spes il contratto Utilitalia e non Fise, i consiglieri delle opposizioni e del Gruppo misto Giuseppe Gallo, Giovanni Mastrangelo, Isacco Isdraele-Romano, Francesco Donvito, Donato Paradiso, Federico Antonicelli, Alessandro De Rosa e Giuseppe Zileni, hanno deciso di non ricorrere più all’Autorità Nazionale Anticorruzione.

La volontà di volere trasmettere un’informativa all’Anac  era emersa a seguito dell’ultimo consiglio comunale, allorquando, a seguito dell’animata discussione sul caso Navita, oggetto di autoconvocazione, i consiglieri avrebbero auspicato una posizione più decisa da parte dell’Amministrazione nei confronti di Navita, che avrebbe applicato un contratto diverso da quello sottoscritto in sede di passaggio del personale da Spes.

I Consiglieri “hanno accolto la notizia con grande soddisfazione, – precisano in una nota congiunta – consapevoli che si tratti di un risultato raggiunto grazie al loro impegno costante e a quello dei gruppi politici di appartenenza a sostegno dei lavoratori della Spes prima e dei dipendenti della Navita oggi. Non ci sarà, quindi, alcuna segnalazione all’ANAC ma – assicurano– si continuerà a vigilare a tutela dei cittadini, contribuenti e dei lavoratori, restando pronti a intraprendere ove necessario le opportune iniziative”.